Avvenire di Calabria

"Noi, ragazzi di oggi" è il nome del progetto che, proprio in queste settimane, sta finalmente prendendo vita dopo un lungo percorso

Un nuovo centro aggregativo nel quartiere reggino di Modena

Nelle prossime settimane saranno organizzati alcuni momenti di incontro con la parrocchia del quartiere San Pio X e il quartiere scout

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Presentato un nuovo centro aggregativo a Modena, quartiere a sud di Reggio Calabria. A promuoverlo è la Cooperativa Libero Nocera: andrà a coinvolgere anche i ragazzi della parrocchia di San Pio X.

A Modena sorgerà un nuovo centro aggregativo per i ragazzi

Riunire i ragazzi di oggi e trasformarli negli uomini di domani. È questo l'ultimo, nobile obiettivo perseguito dalla Cooperativa Libero Nocera di Reggio Calabria che, negli ultimi anni, si è rimboccata le maniche per dar vita ad un centro di aggregazione sociale nel quartiere "Modena".


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Nuovo centro di aggregazione sociale per i ragazzi di Modena

"Noi, ragazzi di oggi" è il nome del progetto che, proprio in queste settimane, sta finalmente prendendo vita dopo un lungo percorso.

La "Libero Nocera", aggiudicataria dell'avviso pubblico "per la concessioni di contributi agli enti del terzo settore per la realizzazione di interventi a sostegno dell'inclusione e coesione sociale "REGGIO RESILIENTE" - PON Città Metropolitane 2014-2020 - Asse 3 Servii per l'inclusione sociale", è pronta a condividere con la città l'ambizioso progetto che porterà alla creazione di punto di riferimento, nel cuore della periferia sud, per i giovani.

Obiettivo? Migliorare ed incrementare il livello di welfare comunitario nel territorio di Reggio Calabria ponendo al servizio della comunità un vero e proprio luogo di aggregazione in cui realizzare e garantire la promozione dell'arte, della musica, della cultura, della creatività e dello sport.


PER APPROFONDIRE: Vandalizzato il presepe di Piazza Italia a Reggio Calabria


Un punto di riferimento per i ragazzi

Non è di certo una sorpresa scoprire che l'Italia sia tra i paesi meno virtuosi a livello comunitario in tema di coesione sociale, né tantomeno che la situazione peggiori alle nostre latitudini. Alcuni studi hanno dimostrato, infatti, che la coesione sociale diminuisce progressivamente spostandosi verso il centro-sud ed il sud Italia.

È a questa esigenza che la cooperativa sente il bisogno di dare un forte segnale di rivoluzione partendo dalle radici del problema. Occupandosi di relazioni sociali, economia, parità di genere, cultura, inclusione sociale e non discriminazione, ambiente e fiducia, la "Libero Nocera" ha in mente di costituire un punto di riferimento per tutti quei ragazzi ed adolescenti provenienti dalla poverty map, nei confronti dei quali garantire quel "mutuo aiuto", che farà di loro gli uomini di domani.

Nelle prossime settimane saranno organizzati alcuni momenti di incontro con la parrocchia del quartiere S. Pio X, il quartiere scout e con il dirigente della scuola 'Telesio-Montalbetti'.

Articoli Correlati

50 anni fa a Riace il ritrovamento dei Bronzi

Era il 16 agosto del 1972 quando al largo delle coste di Riace, in Calabria, dopo una segnalazione del sub Stefano Mariottini, i carabinieri riportavano alla luce due statue uniche al mondo, i Bronzi di Riace.

Scilla e la devozione per San Rocco

La Chiesa celebra oggi San Rocco, tra i santi più illustri del secolo XIV e uno dei più cari a tutta la cristianità. Da quasi sei secoli, la comunità di Scilla, rinnova il suo legame con il Santo Patrono.