Avvenire di Calabria

Il nuovo progetto della Cei elaborato dalla pastorale giovanile, all'ufficio catechistico e all'ufficio per la pastorale della famiglia nazionali

Un progetto per gli adolescenti: “Seme diVento”

di Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

È dedicato agli adolescenti il nuovo progetto “Seme diVento” che sarà presentato lunedì 12 luglio, alle 15, in diretta streaming. Elaborata dal Servizio Nazionale per la pastorale giovanile, insieme all’Ufficio Catechistico Nazionale e all’Ufficio Nazionale per la pastorale della famiglia, l’iniziativa rappresenta un impegno condiviso per incontrare gli adolescenti con tutta la comunità cristiana, aprendo processi educativi che la possano rinnovare profondamente.

Un nuovo approccio

“Quello che è successo nell’ultimo anno ci porta a prendere in considerazione questa età in un modo nuovo. Non si diventa grandi da soli. Siamo convinti che i ragazzi abbiano molto da dire alla comunità ecclesiale, in quanto portatori del futuro che è provocazione, richiesta di essere seme del vento cristiano nella storia di oggi”, sottolinea don Michele Falabretti, responsabile del Servizio Nazionale per la pastorale giovanile. Il titolo del progetto rivolto agli adolescenti, Seme diVento, aggiunge, fa riferimento all’adolescenza come ad “un momento di semina” e, con un gioco di parole, ricorda che “’il termine ‘divento’ non indica solo il divenire, ma anche l’idea di una formazione che tiene conto dell’aspetto umano e del vento dello Spirito che rinnova la vita”.

Un progetto rivolto agli adolescenti

Obiettivo del progetto, che nasce “per aiutare gli adolescenti a recuperare la bellezza che è una prerogativa della loro età”, è “ascoltarli e dialogare con loro” oltre che fare “una verifica per capire come la comunità cristiana si è posta nei loro confronti”, aggiunge mons. Valentino Bulgarelli, direttore dell’Ufficio Catechistico Nazionale. L’invito è a “lasciarsi raggiungere dal grido degli adolescenti”, osserva fra Marco Vianelli, direttore dell’Ufficio Nazionale per la pastorale della famiglia, per il quale “questo strumento potrebbe aiutare a creare una comunità capace di accoglierli”.

Lo studio d’indagine sul mondo adolescenziale

Lunedì 12, Nando Pagnoncelli, presidente di Ipsos Italia, presenterà i risultati di un’indagine sugli adolescenti condotta nell’ambito del progetto. Pierpaolo Triani, docente all’Università Cattolica del Sacro Cuore, illustrerà le linee pedagogiche nell’incontro con gli adolescenti, mentre i direttori dei tre Uffici promotori si soffermeranno sulla dimensione pastorale. La presentazione potrà essere seguita sui canali Youtube della CEI e della Pastorale Giovanile e sulla pagina Facebook della CEI.

Articoli Correlati

È iniziato il palio di Motta San Giovanni

È iniziato il palio di Motta San Giovanni

Dopo lo stop causato dall’emergenza pandemica, il paese del basso jonio reggino si trasformerà in un borgo medievale. «Siena ci fa un baffo» commentano ironicamente gli organizzatori.

Il Csi Reggio Calabria in campo contro la droga

Il Csi Reggio Calabria in campo contro la droga

Coinvolte le Comunità terapeutiche del territorio e l’Ufficio diocesano per la Pastorale giovanile per una giornata di sport e amicizia. Intervento del sottosegretario Valentina Vezzali.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.