Avvenire di Calabria

Intensa e partecipata due giorni ospitata presso la chiesa San Roberto Bellarmino di Davoli Marina

A Scuola di sinodalità, i lavori dell’Assemblea diocesana di Catanzaro-Squillace

L'esortazione di Monsignor Bertolone: «Attivate dal basso processi sinodali»

di Francesco Buccafurri

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Clero, seminaristi e catechisti a scuola di «sinodalità». Una due-giorni partecipata e intensa quella vissuta dalla Comunità diocesana di Catanzaro-Squillace riunita sotto la presidenza di monsignor Vincenzo Bertolone, che ha visto coinvolti nelle mattinate dei giorni 6 e 7 settembre i presbiteri, i diaconi e i seminaristi, e nei due pomeriggi i catechisti provenienti da diverse comunità parrocchiali dell'Arcidiocesi presso la chiesa "San Roberto Bellarmino" di Davoli Marina.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Avendo sullo sfondo il cammino della Chiesa universale, che in quei medesimi giorni stava celebrando a Budapest il Congresso Eucaristico Internazionale, la Chiesa diocesana ha riflettuto sul tema “Eucaristia: Sacramentum pietatis, Signum unitatis, vinculum caritatis, panis itineris synodalis. Istanze per un cammino sinodale”.

Ad apertura dei lavori, monsignor Bertolone ha esortato i presenti ad attivare dal basso «processi sinodali», a partire da ogni singola comunità parrocchiale, secondo lo stile ecclesiale tracciato in questi anni da Papa Francesco, in vista del processo sinodale della Chiesa italiana. Con la raccomandazione a tenere presenti alcuni temi legati al territorio diocesano. Come l'ascolto del creato, recentemente martoriato da incendi di natura dolosa; l'ascolto e la riscoperta della santità locale, in vista della prossima beatificazione delle venerabili Nuccia Tolomeo e Mariantonia Samà; la riqualificazione ministeriale della comunità diocesana e l'Eucaristia come fonte della missione sinodale.

L'assemblea ha poi avuto modo di apprezzare le qualificate relazioni del biblista don Gaetano Di Palma, ordinario di Sacra Scrittura presso la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale sezione san Tommaso, del professor Pasquale Giustiniani, ordinario di filosofia presso la medesima Facoltà, e del professor Carlo Dell'Osso, ordinario di Patrologia presso il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana, di cui è Segretario, e l'Istituto Patristico Augustinianum di Roma.

Nelle sue due relazioni, Di Palma si è soffermato sulla maturazione dei processi decisionali in stile sinodale nelle comunità del Nuovo Testamento. Ha preso in esame alcuni testi tratti dagli Atti degli Apostoli, dalla cui lettura esegetica possono trarsi indicazioni utili anche per le nostre particolari comunità. Alle riflessioni tratte dal Testo Sacro hanno fatto eco quelle proposte dal professor Dell'Osso, che si è soffermato sulle istanze sinodali presenti in alcuni testi dei Padri della Chiesa, insieme alle ulteriori riflessioni del professor Giustiniani sulle istanze sinodali-ecclesiali presenti nella stagione moderno-contemporanea, particolarmente a ridosso dei Concili di Trento, Vaticano I e Vaticano II.


PER APPROFONDIRE: La Chiesa di Reggio Calabria ha celebrato la sua assemblea diocesana


Alle relazioni sul valore della sinodalità sono seguite alcune comunicazioni. La prima del direttore dell'Ufficio Catechistico diocesano. Don Michele Fontana, sulle recenti note pastorali sulla figura del padrino e della madrina nelle celebrazioni dei Sacramenti del Battesimo e della Cresima e sui ministeri istituiti del lettorato, dell'accolitato e del catechistato. La seconda del Vicario generale sulle linee-guida deliberate dai Vescovi calabresi sulle processioni e le feste popolari.

Dopo diverse discussioni con i relatori, l'Arcivescovo ha presieduto insieme ai sacerdoti presenti l'Eucaristia, offrendo diversi stimoli nel suo intervento omiletico, utili a tutta la comunità diocesana per il riavvio delle attività all'inizio di un nuovo anno pastorale, purtroppo ancora segnato dall'emergenza pandemica.

Articoli Correlati

La Chiesa di Reggio Calabria ha celebrato la sua assemblea diocesana

La Chiesa di Reggio Calabria ha celebrato la sua assemblea diocesana

La Chiesa reggina si è riunita in Cattedrale: l’avvio dell’anno pastorale è stato caratterizzato da una riflessione sul cammino sinodale. Monsignor Savino cita don Tonino Bello: «Il Sinodo deve elaborare una visione. Non possiamo andare avanti con metodi scontati».

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.