Accordo sui rifiuti a Catanzaro, Falcomatà: «Richieste ascoltate» – avveniredicalabria

avveniredicalabria

Il confronto sull'emergenza si è spostato nella giornata di ieri presso la cittadella regionale

Accordo sui rifiuti a Catanzaro, Falcomatà: «Richieste ascoltate»

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dopo la riunione dei sindaci di ieri mattinaieri mattina a Palazzo Corrado Alvaro, il confronto sull’emergenza rifiuti si è spostato nel pomeriggio presso la cittadella regionale di Catanzaro.
Giuseppe Falcomatà, al termine dell’incontro, ha informato la cittadinanza tramite una diretta Facebook che a seguito dell’interlocuzione tra i delegati della presidente Santelli ed i rappresentanti della Città metropolitana si è giunti ad un accordo.
I nodi da sbrogliare dell’ordinanza regionale n.45 erano diversi, come spiegato dal sindaco in conferenza stampa. La prima conquista dei primi cittadini è stata l’aumento della quantità di tonnellate di scarti di lavorazione provenienti dagli impianti di trattamento su Siderno e Gioia Tauro: dalle 80 tonnellate prima previste si è passati ad un totale di 140 giornaliere. Per di più, si dovrebbero trasferire in Puglia altre 130 tonnellate.
«La provincia di Reggio Calabria – parole di Falcomatà – risultava essere la più penalizzata. Naturalmente portare in rifiuti in Puglia non è la stessa cosa che portarli a Crotone, per cui pretendiamo che quelli che sono i costi in più del trasporto in Puglia siano a carico della Regione e pesino sui comuni della Città metropolitana. Questo è quello che abbiamo chiesto. Mi auguro che possiamo risolvere il problema nel giro di ore e non di mesi – conclude il sindaco – e di non dover più parlare di rifiuti nelle nostre dirette. Continuiamo a lavorare sulla fase 2»

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.