avveniredicalabria

Questa la situazione su Reggio Calabria: 3 pazienti in reparto; 25 in isolamento domiciliare; 229 guariti; 18 deceduti

Covid-19: nessun positivo oggi nella regione Calabria

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

In Calabria ad oggi giovedì 28 maggio 2020 sono stati effettuati 64.697 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.158 (+0 rispetto a ieri), quelle negative sono 63.539.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:
- Catanzaro: 25 in reparto; 1 in rianimazione; 4 in isolamento domiciliare; 154 guariti; 33 deceduti.
- Cosenza: 2 in reparto; 99 in isolamento domiciliare; 333 guariti; 34 deceduti.
- Reggio Calabria: 3 in reparto; 25 in isolamento domiciliare; 229 guariti; 18 deceduti.
- Crotone: 1 in reparto; 5 in isolamento domiciliare; 105 guariti; 6 deceduti.
- Vibo Valentia: 5 in isolamento domiciliare; 71 guariti; 5 deceduti.

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi.
Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.

I soggetti in quarantena volontaria sono 9.469 così distribuiti:
- Cosenza: 1.544
- Crotone: 2.913
- Catanzaro: 2.847
- Vibo Valentia: 281
- Reggio Calabria: 1.884.

Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare il rientro alla residenza sono +129; quelle registratesi per motivi di lavoro, salute e attività istituzionali sono +103 per un totale di 232.
Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Articoli Correlati

Disoccupazione in Calabria, «situazione mortificante»

“È necessaria una presa di coscienza collettiva – afferma Lucia Anita Nucera – per un reale cambiamento rispetto a una tendenza che vede spesso l’immagine, la superficialità, l’impreparazione come modus operandi della politica”.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.