Avvenire di Calabria

Torna in edicola L'Avvenire di Calabria in abbinato col quotiano dei cattolici italiani, Avvenire

Domenica in edicola. Rileggere il Concilio, 55 anni dopo

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Torna in edicola L'Avvenire di Calabria in abbinato col quotiano dei cattolici italiani, Avvenire. L'apertura di questo numero è dedicato al 55esimo anniversario dalla chiusura dei lavori del Concilio Vaticano II: gli arcivescovi Mondello e Nunnari, oltre il decano del Capitolo metropolitano, Denisi, raccontano la loro esperienza da testimoni oculari del tempo. Spazio a uno speciale sulla solennità dell'Immacolata concezione, nonché un focus su Arghillà, periferia-ghetto di Reggio Calabria.

Il cammino di approfondimento sul mondo accademico reggino si ferma al dipartimento Patrimonio architettura urbanistica (Pau) della Mediterranea, che quest’anno ha attivato un nuovo corso di studi in Design. Dal Product design, al Design della comunicazione, passando per l’Indoor e outdoor design, un’offerta formativa che mira a creare figure professionali nel comparto delle filiere creative. Aderiscono al progetto, anche designer di fama internazionale e prestigiosi brand.
 
 
Nuovo appuntamento con la storia della ricostruzione della Cattedrale che prende forma così come oggi conosciuta. Un tuffo in mare con il nuovo calendario della Guardia Costiera e poi “Tutti in diretta” con Attendiamoci per l’appuntamento online con Sua Beatitudine Monsignor Pierbattista Pizzaballa, Patriarca di Gerusalemme dei Latini. A pagina 8 uno sguardo sulla via nelle altre diocesi calabresi Tra nuove iniziative di solidarietà a Cassano per gli studenti, il convegno dell’Istituto Teologico Calabro di Catanzaro e la nuova Carta dei Valori firmata a Lamezia nell’ambito del X Festival della Dottrina Sociale della Chiesa.
 
Un tuffo nella storia, con un focus dedicato all’esperienza vissuta dalla Caritas diocesana durante i mesi di devastazione seguenti al tragico sisma dell’Irpinia, che provocò migliaia di morti. La Chiesa reggina, in quei giorni, ha scritto una delle sue pagine più belle. E ancora, prosegue la lettura “sociale” dell’enciclica di papa Francesco da parte di don Antonino Pangallo, direttore della Caritas diocesana. Una realtà, quella della diocesi di Reggio, e non solo, che deve fare i conti con le restrizioni dovute alle norme anti-contagio. Ma la fede non si ferma. Si sperimentano nuove forme di vicinanza grazie ad eventi e celebrazioni che tramite il web possono raggiungere anche i più lontani, con dirette streaming, video-conferenze, iniziative online.

Articoli Correlati

La Caritas reggina festeggia mezzo secolo di servizio.

La Caritas reggina festeggia mezzo secolo di servizio: reportage in edicola

L’apertura dell’ultimo numero di Avvenire di Calabria, prima della pausa estiva, è dedicata alla celebrazione del mezzo secolo di vita di Caritas. Tantissimi i temi trattati: dall’emergenza-giovani alla vertenza delle strutture psichiatriche fino a giungere alle parole di Morrone in occasione della consegna del pallio da parte di Papa Francesco.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.