Avvenire di Calabria

Il 27 gennaio ricorre il 75° anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau

Giornata della memoria, il Papa: «Ciascuno dica: ”mai più!”»

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il 27 gennaio "ricorre il 75° anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau. Davanti a questa immane tragedia, a questa atrocità, non è ammissibile l'indifferenza ed è doverosa la memoria" ha affermato il Papa: "Siamo tutti invitati a fare un momento di preghiera e di raccoglimento, dicendo ciascuno nel proprio cuore: mai più!". Con queste parole al termine della preghiera mariana dell’Angelus Francesco ha ricordato il 75° anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, simbolo della Shoah.

Il Papa ha anche ricordato la “Giornata mondiale dei malati di lebbra”. “Siamo vicini – ha detto Francesco - a tutte le persone affette dal morbo di Hansen e a quanti in diversi modi si prendono cura di loro”. Quest’anno la Giornata, giunta alla 67esima edizione, è incentrata sul tema "Mai più ingiustizie, discriminazioni, lebbre nel mondo”.

Articoli Correlati

Ferramonti di Tarsia, un lager d’umanità

Oggi è il Giorno della Memoria. Giornata che ci ricorda un luogo in cui l’umanità ha resistito sulla follia umana negli anni delle persecuzioni degli ebrei e dello sterminio di milioni di persone.