Avvenire di Calabria

Ad annunciare la data è stato Padre Pasquale Pitari sul suo profilo Facebook, che ha seguito la fase diocesana della Causa, sino al riconoscimento del miracolo attribuito alla sua intercessione

Il 3 ottobre 2021 la beatificazione della catanzarese Nuccia Tolomeo

Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L'Arcidiocesi Metropolita di Catanzaro-Squillace si prepara alla Beatificazione della Serva di Dio Nuccia Tolomeo. Ad annunciare la data di beatificazione del 3 ottobre prossimo è stato Padre Pasquale Pitari sul suo profilo Facebook, che ha seguito la fase diocesana della Causa, sino al riconoscimento del miracolo attribuito alla sua intercessione. 
Gaetana Tolomeo, detta Nuccia, nacque a Catanzaro il 10 aprile 1936, ma fu registrata all’anagrafe nove giorni più tardi. In tenera età fu colpita da paralisi progressiva e deformante; per cercare una cura fu mandata a Cuneo, da una zia. Tornata a casa, vide che suo padre non accettava la sua condizione fisica e decise di offrire tutto per la sua conversione. Aiutata dalle cugine e da tanti amici, era dotata di un’intelligenza pronta. Diede senso alla propria vita pregando per tutti quelli che glielo chiedevano, ma anche per i giovani e i carcerati. Dal 1994 divenne anche una voce nota su «Radio Maria»: interveniva spesso al programma «Il Fratello», condotto da Federico Quaglini. Dopo la sua morte, avvenuta il 24 gennaio 1997, la sua fama di santità è cresciuta tanto da condurre all’apertura della sua causa di beatificazione: la fase diocesana si è svolta dal 31 luglio 2009 al 24 gennaio 2010 presso la diocesi di Catanzaro-Squillace. Il 6 aprile 2019 papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del decreto sulle virtù eroiche e, il 29 settembre 2020, il decreto relativo a un miracolo ottenuto per sua intercessione, aprendo la via alla sua beatificazione. I resti mortali di Nuccia riposano dal 1° novembre 2010 nella cappella del Crocifisso della chiesa del Monte dei Morti e della Misericordia a Catanzaro.
Nei prossimi mesi sarà pubblicato il programma della celebrazione di beatificazione. 

Articoli Correlati

Giornata Sindrome Down: un video di sensibilizzazione

Una campagna sul tema dell’inclusione, fatta di slogan, coreografie, colori e tanti sorrisi che confluiranno in un filmato che sarà pubblicato il prossimo 21 marzo sulle pagine Facebook “Centro Ippoterapia Sirio” e “PGS Catanzaro”.

Rosario Livatino presto beato, una figura da riscoprire

Il direttore dell’Issr “V. Zoccali” di Reggio Calabria, padre Pasquale Triulcio racconta il cammino del giudice “ragazzino”. Quando entrò in magistratura scrisse sulla sua agenda: “Che Iddio mi accompagni e mi aiuti a rispettare il giuramento”

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.