Avvenire di Calabria

L'iniziativa promossa dal Lions Club Reggio Calabria Host

Il Premio Vittoria GS Porcelli va a Antonio Manuardi e ad Antonino Benedetto Laganà

di Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

In una cornice gioiosa e carica di emozione sono stati consegnati i premi di studio istituiti dal Lions Club Reggio Calabria Host e intitolati a Vittoria GS Porcelli, la giovanissima studentessa anima dei LEO di Reggio Calabria, istanza giovanile del Lions, prematuramente scomparsa.

Il Lions Host ha attivato nei mesi scorsi un bando di selezione che ha interessato tutti gli Istituti superiori della città, a cui hanno aderito con proprie segnalazioni il Liceo Classico “Tommaso Campanella” retto dalla Dirigente  Maria Rosaria Rao, l’Istituto Tecnico “Panella Vallauri” retto dalla Dirigente Anna Nucera, il Liceo Scientifico “Alessandro Volta” retto dalla Dirigente Maria Rosa Monterosso e l'Istituto Tecnico “Raffaele Piria” retto dalla Dirigente Anna Rita Galletta.

Gli istituti scolastici hanno individuato e segnalato al Club numerosi studenti, tutti particolarmente studiosi e dal profitto eccellente, da cui la Commissione ha individuato il vincitore del premio, consistente in una borsa in denaro da € 1000,00.

Il “Primo premio assoluto” è stato assegnato dal Lions Club secondo i parametri di meritevolezza fissati dal Regolamento del concorso. Eccezionalmente, in questa prima edizione del premio, è stato riconosciuto per volontà dei genitori della compianta Vittoriella anche un secondo riconoscimento, una sorta di “Premio speciale”, a uno dei partecipanti che si è particolarmente distinto per l'impegno e la perseveranza dimostrata durante la carriera scolastica e la capacità di affrontare e superare le difficoltà che ha incontrato sul suo cammino, diventando un esempio di forza e di volontà.

Alla presenza delle massime autorità Lionistiche e del Sindaco della Città di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, il Presidente del Club Avv. Giuseppe Strangio, assieme a Gianluigi Porcelli, fratello di giovane Vittoriella, e a Vittoria Porcelli Delfino, sua inseparabile cugina, hanno consegnato il “Primo premio assoluto” a Antonio Manuardi dell'Istituto “Panella Vallauri”, mentre il “Premio speciale” è andato a Antonino Benedetto Laganà del Liceo Classico “T. Campanella”. Hanno preso parte alla premiazione anche le docenti referenti di progetto per le scuole coinvolte, la Prof.ssa Alessandra Corigliano del “Tommaso Campanella”, Prof.ssa Maria Surace del “Raffaele Piria” e la Prof.ssa Mariella Logoteta del “Panella Vallauri”, commosse e soddisfatte per la riuscita dell'iniziativa.

Grande compiacimento per il buon esito del progetto è stata espressa dal Presidente Strangio: “Nonostante il Covid abbia gravemente colpito il mondo della scuola costringendo docenti e studenti a un intero anno scolastico in  Dad, siamo riusciti a interessare e coinvolgere tutte le scuole superiori reggine e molte di loro hanno segnalato al Club numerosi ragazzi e ragazze splendidi, dal curriculum eccezionale, la cui qualità ed eccellenza ha seriamente messo in difficoltà la Commissione chiamata ad individuare tra loro il vincitore”.

“Abbiamo inteso realizzare tutto questo per sottolineare lo sforzo degli studenti reggini che, nonostante le difficoltà, sono riusciti a trarre il meglio dal proprio impegno di studio, e abbiamo voluto fortemente farlo nel nome di Vittoriella Porcelli. Una ragazza straordinaria, forte e determinata, ma al contempo dolce e appassionata. Lei era una vera forza della natura e ora sta gioendo assieme noi e a questi ragazzi che avranno un premio, un riconoscimento che si sono meritati solo e soltanto per la loro grande abnegazione, l'impegno, la capacità e l'intelligenza che hanno profuso nei propri studi superiori pur partendo da condizioni più difficili di altri”.

Il Presidente Strangio ha ricordato nel corso della serata il grande apporto fornito nel corso degli anni dalla famiglia Porcelli al Lions Club e la figura indimenticabile di un “grande Presidente del Club” recentemente scomparso. Il riferimento è al Dott. Cesare Diano, illustre imprenditore della nostra città che ha dedicato buona parte della sua vita al Lions Club Reggio Calabria Host.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.