Avvenire di Calabria

Lo sciopero dei liberi professionisti: "Abbiamo bisogno di semplificazioni e di abolizione di enti inutili, nonché di investimenti nel mondo del lavoro"

Ingegneri e architetti reggini in piazza venerdì a Catanzaro

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una delegazione di Inarsind, Associazione Sindacale Ingegneri e Architetti Liberi Professionisti della Provincia di Reggio Calabria, sarà presente venerdì 18 dicembre alle 10 alla manifestazione che si terrà nella piazza antistante la Cittadella Regionale a Catanzaro, per dire “no” alle lungaggini della burocrazia e all’inefficienza amministrativa che caratterizza il sistema lavorativo regionale.

«La Regione – scrivono il Presidente Arch. Sergio Movilia e il Segretario Dott. Pasquale Pizzimenti - fermi la crescita della burocrazia, questo mostro ci ha divorato.  Abbiamo bisogno di semplificazioni e di abolizione di enti inutili, nonché di investimenti nel mondo del lavoro».

Cosa serve? «Una politica sostenibile e di innovazione di ampio respiro, con una visione future e futuribile, in cui le professioni siano interlocutore imprescindibile della Regione per la semplificazione dei rispettivi sistemi di regole. Dobbiamo agire, dobbiamo farlo soprattutto in un momento delicato come quello che stiamo vivendo a livello mondiale, per non restare indietro e per non accrescere il divario, già notevole, all’interno di uno stesso Pese che oggi viaggia a due velocità».

«Per questo – aggiungono i professionisti – venerdì saremo in piazza, insieme ad altri nostri colleghi, per far sentire la nostra voce e per sensibilizzare l’opinione pubblica su una questione di vitale importanza per tutti».

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.