Avvenire di Calabria

A Cinquefrondi il raduno delle forze alternative all'attuale governo a trazione PD

La squadra dei sindaci “a Sud”: da De Magistris ad Accorinti

Tra i calabresi presenti i primi cittadini Michele Conia e Domenico Lucano

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Vogliamo un Sud liberato, mai più con il guinzaglio. La riscossa è già partita”. Così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris in un post su Facebook in relazione al dibattito sul Mezzogiorno a cui ha partecipato ieri sera a Cinquefrondi, in provincia di Reggio Calabria, nella piana di Gioia Tauro. L’incontro, svoltosi nel corso della manifestazione ‘Rinascita in festa’, ha avuto come tema: “Il Sud che sogna, che alza la testa. Esperienze e buone pratiche amministrative a confronto”. Con de Magistris hanno partecipato il portavoce di Rinascita per Cinquefrondi, il portavoce di Cambiamo Messina dal basso, il sindaco di Cinquefrondi Michele Conia Sindaco, il sindaco di Riace Domenico Lucano e il sindaco di Messina Renato Accorinti. “Quattro sindaci – dice de Magistris – che con passione, amore ed entusiasmo lottano ogni giorno per il buon governo locale, per cercare di migliorare i servizi delle comunità, realizzare una visione di città a dimensione umana e comunità di solidarietà e accoglienza”. “Quattro sindaci – conclude – che con la politica contrastano ‘ndrangheta, camorra e mafia. Sindaci tenaci”.

Articoli Correlati

De Magistris giustifica le blasfemie al gay pride

De Magistris giustifica le blasfemie al gay pride

L’estrema sinistra, da Tripodi a De Magistris, non stigmatizza i Gesù “con i tacchi a spillo” o le croci “ornate” con i genitali. Sotto il profilo istituzionale, invece, condanna bipartisan.

Giustizia. De Magistris condannato per diffamazione in Calabria

«Sono stato condannato dal tribunale di Lamezia Terme per diffamazione ai danni di Salvatore Murone che quando ero sostituto procuratore a Catanzaro era procuratore aggiunto». Ad annunciarlo è lo stesso sindaco di Napoli Luigi De Magistris su facebook.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.