Avvenire di Calabria

Malattie rare: Omar, il 10 luglio convegno online su prevenzione e diagnosi ai tempi della genomica

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Il Piano nazionale della genomica (Png) afferma che sono tre i gruppi di patologie che possono beneficiare della genomica: le malattie rare, l’oncologia – inclusi i tumori rari – e le malattie complesse. Il legame tra scienze omiche e malattie rare è particolarmente evidente, visto che almeno l’80% di queste ha un’origine genetica.
È un legame che parte dalla diagnosi – che sia prenatale, neonatale o che sopraggiunga più tardi, dopo anni di ricerche – e che si snoda lungo tutto il percorso di cura fino ad arrivare allo sviluppo di terapie. Ma il binomio malattie rare – scienze omiche tocca anche la prevenzione, sia in termini di counseling genetico preconcezionale che di ricerca del portatore.
Su questi aspetti, sulle relative implicazioni etiche, e sul ruolo sempre più centrale che la figura del genetista riveste in tutto il percorso di prevenzione, diagnosi e cura delle patologie rare, si soffermeranno i relatori del convegno online “Prevenzione e diagnosi ai tempi della genomica. Il nuovo ruolo del genetista nelle malattie rare e genetiche” organizzato il prossimo 10 luglio da Omar – Osservatorio malattie rare con il patrocinio di Sigu – Società italiana di genetica umana nell’ambito del protocollo di intesa tra le due realtà. L’evento è organizzato con il contributo non condizionante di Illumina, Omzey e Revvity.

Fonte: Agensir

Articoli Correlati

Tags: