Avvenire di Calabria

Raggruppa 30 produttori inseriti nei sistemi di controllo DO e IG del territorio metropolitano di Reggio Calabria

Nasce Vinum Reginum, il consorzio per la valorizzazione dei vini

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

È stato costituito ieri a Bianco presso il Museo del Vino, il Consorzio dei vini di Reggio Calabria - “Vinum Reginum” che raggruppa 30 produttori inseriti nei sistemi di controllo DO e IG del territorio metropolitano.

“Con la nascita di questo Consorzio – ha dichiarato il Presidente della Camera di commercio di Reggio Calabria Antonino Tramontana – si aprono nuovi e importanti scenari per la tutela e la valorizzazione della produzione vitivinicola di eccellenza del nostro territorio e, soprattutto, si concretizza la volontà di collaborare e di lavorare in maniera sinergica da parte dei produttori che, durante tutta la fase che ha preceduto la costituzione del Consorzio, hanno sempre dimostrato unità di intenti e forte spirito di coesione. Come Camera di commercio abbiamo promosso la costituzione del Consorzio e ci siamo impegnati a facilitare i contatti e il dialogo e a coordinare riunioni ed incontri durante tutto il percorso che ha condotto a questo soddisfacente risultato. Abbiamo ricevuto anche apprezzamenti e il sostegno del Dipartimento Agricoltura e Risorse Agroalimentari della Regione Calabria, pronto a supportare la promozione dei vini reggini attraverso i Consorzi tra imprese”.

Il nome scelto dai produttori è quello che appare nelle antiche anfore utilizzate per trasferire il vino dall’area della Magna Grecia fino alla città di Roma e testimonia la storicità ed il legame di questa produzione con il territorio. Nel corso dell’assemblea di costituzione del Consorzio è stato eletto il direttivo in rappresentanza dei nove vini a DO e IG prodotti nella Città metropolitana ed all’unanimità è stato eletto Presidente del Consorzio il dott. Domenico Ielasi, produttore di vino Greco di Bianco a DO.

Il passo successivo del Consorzio sarà l’ottenimento del riconoscimento da parte del Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo, per lo svolgimento delle funzioni di tutela e valorizzazione riconosciute dalla legge n. 238/2016 e dalla vigente normativa, ma già gli operatori sono pronti a lavorare insieme per salvaguardare il prodotto e promuoverne la commercializzazione nei mercati nazionali ed internazionali.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.