Avvenire di Calabria

L'ordinario di diritto pubblico dell'Università "Dante Alighieri" di Reggio Calabria aveva appena 37 anni

Si è spento il Pro Rettore Domenico Siclari, il prof gentiluomo

Lascia la moglie con una figlia piccolissima; a strapparlo alla vita è stato il coronavirus. Dolore in città

di Federico Minniti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Si è spento il Pro Rettore Domenico Siclari, il prof gentiluomo. L'ordinario di diritto pubblico dell'Università "Dante Alighieri" di Reggio Calabria aveva 37 anni. Lascia la moglie con una figlia piccolissima; a strapparlo alla vita è stato il coronavirus. Dolore in città.

Si è spento il Pro Rettore Domenico Siclari, il prof gentiluomo

Ha lottato per diverse settimane, ma non ce l'ha fatta nonostante il ricovero d'urgenza a Catanzaro. Domenico Siclari, direttore del Dipartimento di Scienze della società e della formazione d’area mediterranea dell’Università “Dante Alighieri” di Reggio Calabria, è tornato alla Casa del Padre.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Ad accompagnarlo, fino alla fine, la sua grande fede condivisa con sobrietà con la moglie. Un esempio per tanti Siclari: appena 37enne, sono innumerevoli le pubblicazioni scientifiche e gli incarichi nazionali e internazionali che poteva vantare nel suo ricchissimo curriculum accademico.

Ma a contraddistinguerlo, oltre alla sua capacità da fine intellettuale, era la bontà d'animo. Un professore gentiluomo, sempre disponibile con studenti, colleghi e amici. Il suo marchio di fabbrica era il sorriso, immancabile. E l'attenzione alle persone: tra gli impegni assunti, in questi anni, c'è stata la cura dei diritti in tema di Giustizia minorile.


PER APPROFONDIRE: L’Università Dante Alighieri promossa dall’Anvur


Con l'addio a Domenico Siclari, Reggio Calabria perde un docente illuminato. Diversi sono i messaggi di cordoglio che stanno giungendo in queste ore dalla società civile. La Camera ardente sarà allestita nell'Aula magna "Giuseppe Reale" dell'Università "Dante Alighieri", dalle 16 di oggi, 4 febbraio.

In conclusione di questo ricordo, consentiteci una piccola nota "personale". Il professore Siclari era una presenza "quotidiana" per Avvenire di Calabria, vista anche la fortunata vicinanza tra le sedi dell'Università "Dante Alighieri" e del nostro settimanale, di fatto dirimpettaie. Ma non solo una vicinanza "logistica": lettore attento, spesso offriva - attraverso i suoi messaggi privati e senza mai volersi mettere in luce - il suo punto di vista su fatti e posizioni intrapresi dal giornale.

Un vero intellettuale. E, per chi vi scrive, un vero amico. Alla sua famiglia vanno le condoglianze di tutta la redazione di Avvenire di Calabria.

Articoli Correlati

50 anni fa a Riace il ritrovamento dei Bronzi

Era il 16 agosto del 1972 quando al largo delle coste di Riace, in Calabria, dopo una segnalazione del sub Stefano Mariottini, i carabinieri riportavano alla luce due statue uniche al mondo, i Bronzi di Riace.

Scilla e la devozione per San Rocco

La Chiesa celebra oggi San Rocco, tra i santi più illustri del secolo XIV e uno dei più cari a tutta la cristianità. Da quasi sei secoli, la comunità di Scilla, rinnova il suo legame con il Santo Patrono.