Avvenire di Calabria

Sport e riscatto sociale: Roma. Molea (Aics), “impedire la chiusura del Centro Don Pino Puglisi a Montespaccato”

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


“L’appello alle istituzioni rivolto dall’Asilo Savoia perché siano assicurati continuità e sostegno alle attività del Centro Don Pino Puglisi non resti inascoltato”. Così Bruno Molea, presidente dell’Associazione italiana cultura sport (Aics), che si unisce alle numerose dichiarazioni di personalità e istituzioni in merito alle conseguenze innescate dalla revoca parziale della confisca dell’Olympus Sport Center di Roma, che detiene le quote della società proprietaria dell’impianto sportivo del Montespaccato Calcio.“ Voglio partire – prosegue Molea – dalle bellissime parole che il presidente della Cei, card. Matteo Zuppi, ha rivolto ai ragazzi di ‘Talento & tenacia’, invitandoli a resistere. Non è possibile neppure pensare che la bellissima storia di riscatto del Gruppo Sportivo Montespaccato, dopo 6 anni di dedizione, passione e successi sociali che hanno restituito a un intero quartiere orgoglio, legalità e senso di appartenenza, finisca così”. Molea chiede “una reazione collettiva, coesa ed immediata delle istituzioni, a partire da quelle di prossimità come la Regione Lazio, che ha promosso nel 2018 questo percorso con Asilo Savoia e di Roma Capitale, che proprio un anno fa ha deciso di diventarne parte integrante con la decisione assunta all’unanimità dall’Assemblea Capitolina di aderire all’azionariato popolare”. “La proposta avanzata dall’Asp alle istituzioni di sottoscrivere con immediatezza un patto sociale di comunità per il quartiere di Montespaccato è la risposta giusta e va sostenuta con determinazione da tutti coloro che hanno avuto modo di conoscere la preziosa opera svolta dall’Asilo Savoia a Montespaccato come a Ostia con la Palestra della legalità. Anche l’Aics – conclude il suo presidente – nei limiti delle sue possibilità farà la sua parte, concorrendo a cercare forme di partnership, anche con aziende e realtà imprenditoriali che vogliano assicurare forme di sostegno al programma ‘Talento & tenacia’ ed impedire la chiusura del Centro Don Pino Puglisi”.

Fonte: Agensir

Articoli Correlati

Tags: