Avvenire di Calabria

I percorsi di formazione on the job presso le sedi culturali calabresi potranno proseguire

Tirocinanti Mibac, finalmente il Ministero da il via libera

Giuseppe Iero

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha dato il nulla osta al progetto finalizzato a mettere a disposizione i luoghi della cultura statali, per continuare i percorsi di formazione on the job presso le sedi della Calabria. Il progetto prevede la sottoscrizione di una Convenzione tra il Segretariato Regionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per la Calabria e la Regione Calabria per proseguire il percorso di perfezionamento di un ulteriore anno dei quattrocentoventi tirocinanti calabresi.

Il percorso formativo, con acquisizione di competenze certificate, ripropone quindi l’attivazione di esperienze professionalizzanti presso gli Istituti del Ministero per i Beni e le Attività culturali della Calabria, luoghi della cultura, parchi e aree archeologiche, biblioteche e archivi di Stato. In particolare presso il Segretariato Regionale MiBAC per la Calabria, la Soprintendenza ABAP per la Città Metropolitana di Reggio Calabria e la Provincia di Vibo Valentia, la Soprintendenza ABAP per le Province di Catanzaro, Cosenza e Crotone, tutti i luoghi di Cultura del Polo Museale della Calabria, il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Calabria, gli Archivi di Stato di Catanzaro, Cosenza, Reggio Calabria e Vibo Valentia, la Biblioteca Nazionale di Cosenza e tutte le sedi staccate e/o operative degli stessi Istituti.

L’obiettivo è anche quello di contribuire a migliorare la promozione e la valorizzazione dei luoghi di cultura della regione.

Articoli Correlati

Balzo di positivi in Calabria, oggi sono 110

Balzo di positivi in Calabria. Secondo l’ultimo bollettino della Regione sull’emergenza Covid-19, oggi si contano ben 110 casi in più di soggetti che hanno contratto il virus su tutto il territorio regionale

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.