Avvenire di Calabria

Il presidente della Corte d'Appello di Reggio Calabria ha illustrato le iniziative del progetto che da diversi anni è organizzato nella città dello Stretto

Torna il progetto Civitas, Gerardis: «Percorso condiviso»

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

"Civitas anche quest'anno punterà a costruire un percorso condiviso con gli organi di rappresentanza delle associazioni economiche, imprenditoriali, del sociale e di volontariato, delle scuole, per un comune obiettivo: legalità e diritti. L'associazione vuole contribuire a rendere fruibili e ad aprire ai cittadini le istituzioni, con senso del dovere e spirito di servizio, affinchè a ognuno possa essere data risposta e garanzia di diritto, nel rispetto dei principi del bene comune".

Così il presidente della Corte d'Appello di Reggio Calabria Luciano Gerardis durante un incontro con i giornalisti in cui sono state illustrate le iniziative del "Progetto Civitas".

"Oggi, aggiungendo un importante tassello alle nostre iniziative degli anni scorsi - ha aggiunto il presidente della Corte d'Appello di Reggio Calabria - 'Civitas' allarga le proprie iniziative coinvolgendo gli Ordini professionali in vari progetti, la Camera di Commercio e alcuni studiosi della nostra storia con i quali vareremo progetti, insieme alle scuole ed alle associazioni di riferimento, per approfondire e conoscere meglio le origini della nostra comunità".

Gerardis ha anche annunciato che ci saranno "progetti autogestiti, con al centro la comunità, per dare l'occasione a ognuno e a tutti in forma associata, di esprimersi sulla Giustizia per capire realmente il significato di 'civis' e cosa serve fare per elevare l'impegno civile. Prevediamo inoltre un approfondimento sulle origini e i personaggi storici della Città e, fatto davvero rilevante, un concorso di idee realizzato dall'Ordine degli architetti, ingegneri e geometri, intitolato 'La città che vorrei', al quale parteciperanno le ultime due classi delle scuole superiori. I ragazzi saranno chiamati a esprimere un'idea di città e la più originale sarà premiata. Continueremo poi con altri due progetti sulla gestione dell'urban center che coinvolgerà i soggetti pubblici e il dibattito pubblico sulla Governance locale. La Camera di Commercio, da parte sua, elaborerà il progetto che coinvolgerà l'Ordine degli Agronomi, degli Avvocati e la Guardia di Finanza in cui saranno previsti vari momenti tematici, come la lotta alla contraffazione, il settore agroalimentare, la regolamentazione del mercato". "Appare superfluo ricordare che tutti i progetti 'Civitas' hanno un solo obiettivo: rendere il cittadino protagonista. E l'augurio è che i nostri destinatari, i cittadini, prendano atto che non possono stare ai margini della vita sociale poiché se il Codice penale pulisce il terreno dalla 'gramigna', è necessario poi seminare. Quanto più ampio sarà l'orto liberato dalla 'gramigna' – ha concluso Gerardis – tanto migliore sarà la resa della legalità e tanto più alta sarà la qualità della nostra vita".

Articoli Correlati

La Rete Civitas per le donne

In occasione della giornata internazionale contro la violenza di genere, appuntamento domani 25 novembre a Palazzo “Alvaro” per un occasione di crescita culturale della Città metropolitana di Reggio Calabria

Palazzo di Giustizia a Reggio Calabria: sprint finale?

Comune e Ministero impegnati per accelerare l’iter di completamento dell’opera: due giorni di lavoro con delegati e tecnici comunali per fare il punto della situazione. «Siamo soddisfatti del risultato raggiunto», ha detto in una nota stampa l’Assessore ai LLPP di Reggio Calabria, Angela Marcianò.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.