Avvenire di Calabria

Fondatore della Fraternità di Romena, luogo di spiritualità, situato nell'antica Pieve, in Toscana

«Torniamo umani», incontro con don Luigi Verdi a Rossano

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Torniamo umani”. I momenti di preghiera e riflessione proposti dalla Arcidiocesi di Rossano-Cariati, per questa Quaresima che ci accompagna alla Pasqua, si arricchiscono dell’appuntamento, programmato per giovedì 11 aprile, alle ore 19, nella parrocchia di Maria Madre della Chiesa, allo scalo dell’area urbana di Rossano, con don Luigi Verdi, fondatore della Fraternità di Romena, luogo di spiritualità, situato nell'antica Pieve romanica di Romena, in Toscana. “Torniamo umani” è il filo conduttore della proposta di riflessione: imparare a non smarrire la bussola dell'umanità in questo tempo nel quale il valore di ogni essere umano, la sua assoluta unicità, sono spesso messi a repentaglio, scalfiti, calpestati. Don Luigi Verdi, nel 1991, dopo una profonda crisi personale e spirituale, ha chiesto al Vescovo di Fiesole di poter iniziare a vivere un'esperienza di fraternità. E' cominciato così il cammino di Romena. In pochi anni la Pieve, che era sporadicamente visitata da qualche gruppo di turisti e frequentata da pochi fedeli, è divenuta un luogo d'incontro per migliaia di viandanti in cammino verso una qualità di vita più autentica e un tessuto diverso di relazioni. E, per non smarrire la bussola dell’umanità, don Luigi Verdi incontra le comunità di fedeli in giro per l’Italia per testimoniare come per amare le realtà in cui si vive sono necessari “occhi puri e cuore spazioso".

Articoli Correlati

Il santo del giorno del 27 luglio è san Pantaleone

Il santo del giorno del 27 luglio è san Pantaleone

San Pantaleone compare sia nel gruppo greco dei medici «anargiri» sia nel gruppo occidentale dei Quattordici Intercessori. Un santo che “unisce” la Laguna veneziana all’Area grecanica reggina. Scopri perché.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.