Avvenire di Calabria

Da ieri non è più alla guida dell'ente che gestisce il polmone verde della città metropolitana

Tra «Grazie» e «Perdono» Bombino saluta il Parco

L'addio all'amministrazione ringraziando i compagni di avventura e chiedendo "perdono"

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Saluta così, Giuseppe Bombino, con un post sulla pagina ufficiale di quel Parco Aspromonte che ha diretto e presieduto fino a ieri. Dal 5 agosto, infatti, non è più il presidente dell'ente che gestisce il polmone verde della città metropolitana. L'amministratore reggino dà dunque l'addio all'amministrazione dell'ente naturalistico ringraziando i compagni di avventura e chiedendo "perdono" per le proprie mancanze. Ecco di seguito il testo integrale del post firmato da Giuseppe Bombino:

Grazie.
A Voi, Donne e Uomini del Parco Nazionale, che avete composto la visione di un’Idea nel frammentato spazio di ciò che s’intuiva appena.
Grazie ai Pastori e ai Semplici, per avermi insegnato a dividere il Pane e a riconoscere la Dignità.
Grazie all’Aspromonte, Dramma e Bellezza.
Grazie ai Giovani per aver corretto la Storia superando l’abisso.
Alle Guide Ufficiali, di cui conserverò la misura del Cammino e del Respiro.
Grazie alle Madri della Montagna, che partoriranno la Nuova Umanità dell’Aspromonte.
Al Consiglio Direttivo e ai Sindaci della Comunità del Parco, a chi c’ha creduto.
Grazie alle Istituzioni, per aver cercato l’Origine, dove il Tutto ebbe inizio.

Perdono …
Se non ho saputo ascoltare e per ciò che non ho saputo fare.
Perdono …
Se non ho saputo trattenere ciò che qualcuno ha voluto sottrarci.

Articoli Correlati

Gli incendi boschivi creano danni al turismo

Estate, inizia la triste stagione degli incendi. Non solo danni all’ambiente e alle nostre montagne, bisogna fare i conti con danni a economia e turismo. La denuncia delle guide dei parchi.