Avvenire di Calabria

Dopo tante peripezie, la scelta del Governo è ricaduta su en ex prefetto calabrese, che si occuperà della sanità in tempo di pandemia

"Un atto d’amore verso la Calabria": arriva Guido Longo

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dopo tanti impasse, rinunce, scivoloni, finalmente sembra essere arrivata la decisione definitiva da parte del Governo: la notizia è stata data nel weekend e da allora si parla solo di lui, Guido Nicolò Longo, il nuovo commissario per la sanità calabrese. Ha 67 anni, catanese, e ha trascorso la sua vita professionale scalando i vertici dell’amministrazione dell’Interno: prima come funzionario, poi questore e alla fine prefetto. Anche in Calabria, Guido Longo ha vissuto gli anni della seconda guerra di ‘ndrangheta (’80), è stato questore di Reggio (nel 2012) e di Vibo Valentina (nel 2017). Il “superpoliziotto”, come è stato definito, conosce bene la realtà territoriale, dunque, che in questo momento deve fare i conti con un’altra battaglia, quella di una pandemia. 

«Nella mia carriera ho sempre affrontato sfide. Ringrazio il Governo per la fiducia che mi ha dato. Spero di poterla ripagare – sono alcune dichiarazioni rilasciate a caldo dal neo commissario - Il mio è un grande atto di amore verso la Calabria e verso il popolo calabrese».

Uno dei suoi obiettivi principali è quello di occuparsi e rivolgersi in primis alla popolazione, che si trova immersa all'interno di grossi deficit esistenti nella sanità regionale, in una situazione che vede le aziende sanitarie di Reggio Calabria e Catanzaro sciolte per mafie, e quelle di Vibo Valentia, Cosenza e Crotone commissariate per deficit.

Una sfida, come l’ha definita lo stesso Longo, verso il quale sin da subito il presidente facente funzioni Nino Spirlì, ha mostrato apertura e sostegno, «fermo restando che lo strumento del commissariamento resta per noi una offesa alla capacità istituzionale dei calabresi, prendiamo atto della scelta del Governo, a cui abbiamo dato un collaborativo parere positivo, e ci mettiamo subito al lavoro al fine di garantire al nuovo commissario ad acta, il prefetto Guido Longo, la massima collaborazione in un momento di evidente grave emergenza sanitaria, e non solo a causa degli assalti del Covid-19».

E a proposito di Coronavirus, la nomina di Guido Longo è stata annunciata quasi in concomitanza con un’altra notizia che riguarda anche la situazione sanitaria in Calabria: il passaggio da zona rossa a zona arancione. Dei segnali positivi forse? 

Articoli Correlati

L'uomo più veloce del mondo in vacanza in Calabria

L’uomo più veloce del mondo in vacanza in Calabria

Sono state tantissime le estati trascorse da Marcell Jacobs lungo le coste reggine, in particolare a Rosarno. A svelarlo è il padre putativo, l’avvocato Domenico Secolo, che racconta l’adolescenza del campione olimpico.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.