Avvenire di Calabria

Il Reparto di Neonatologia del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio si è simpaticamente popolato di Superman, Wonder Woman ed altri coraggiosi personaggi

Un Carnevale speciale per i piccoli ricoverati al Gom

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Per Carnevale, il Reparto di Neonatologia del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio si è simpaticamente popolato di Superman, Wonder Woman ed altri coraggiosi personaggi, così come apine, coccinelle ed altri vivaci animaletti, in un tripudio di colori tra le culle e di sorrisi sui volti di genitori e personale sanitario.

Infatti, i piccolissimi ricoverati sono stati vestiti con dei costumini carnevaleschi, cuciti a mano in uno speciale feltro che impedisce infezioni ed irritazioni, appositamente realizzati gratuitamente dalla stilista Silvia Renon, già protagonista di una precedente analoga iniziativa per le bimbe e i bimbi prematuri dell’Ospedale Niguarda di Milano.

Dunque, dopo il progetto all’ombra della Madunina, il bis in riva allo Stretto, grazie al Garante Metropolitano per l’Infanzia e l’Adolescenza Emanuele Mattia, che, dopo esser venuto a conoscenza di quanto realizzato all’interno del nosocomio milanese, ha contattato la Renon, con la quale ha instaurato uno stretto rapporto che ha reso possibile tutto ciò.

“Una volta che scoprii oltre un anno fa questo bellissimo progetto avutosi al Niguarda, volli fortemente creare questa partnership con la stilista Renon in vista dello scorso Carnevale. Purtroppo, la pandemia bloccò tutto. Ma tornai alla carica e adesso ci troviamo finalmente non solo a regalare sorrisi a genitori ed operatori sanitari, ma a celebrare la forza della vita stando a fianco ai più piccoli in questo momento di festa, così come facciamo in quelli meno felici e più difficili. La vita è un diritto fondamentale che va sempre salvaguardato attraverso la garanzia di un sistema di socio-sanitario che metta al primo posto bimbe e bimbi sin dalla loro nascita. E noi lo ribadiamo pure in questa occasione vestendo i nostri piccoli come dei supereroi, perché sono super con la loro forza di combattere per la vita, e da animaletti, perché la natura è vita. Una forza che verrà ricordata dagli stessi quando saranno cresciuti, perché i costumini verranno regalati alle rispettive famiglie” ha spiegato il Garante.

“Ringrazio il Commissario Iole Fantozzi, il Direttore Amministrativo Francesco Araniti e il Responsabile Ricerca e Governo dell'Eccellenza e della Qualità Santo Ceraolo per l'attenzione dimostrata a questo evento e la Dottoressa Mondello per il quotidiano appassionato e competente impegno a favore dei più piccoli” ha concluso un soddisfatto Mattia a margine dell’evento.

Felice anche la stessa Dottoressa Isabella Mondello, Direttore ff del reparto: “Grazie di cuore, a nome mio e di tutto il personale dell'UOC, al Garante Mattia, che ancora una volta mostra grande attenzione e sensibilità verso i piccoli pazienti venuti al mondo troppo presto o con patologia ricoverati nel mio reparto. Il Carnevale è un momento di festa e riuscire a trasmetterlo anche ai nostri piccoli pazienti ed ai loro genitori, provati dalle preoccupazioni per la salute e le sofferenze dei propri figli, denota grande sensibilità d'animo. Una sensibilità d' animo che tutti noi conosciamo bene non essendo la prima volta che il Garante Mattia è vicino al reparto di Neonatologia ed ai bisogni dei piccoli pazienti ricoverati”

Articoli Correlati

Il Garante chiede più controlli sugli alcolici ai minori

Il Garante chiede più controlli sugli alcolici ai minori

L’anno scorso innumerevoli i casi di ricoveri per coma etilico per adolescenti reggini: fronteggiare sin da subito l’emergenza-movida. Parla il Garante metropolitano: «Urgono azioni legislative regionali che vietino la vendita, soprattutto ai distributori automatici, e prevenzione all’interno della scuola».

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.