Avvenire di Calabria

Nel programma Sesame Street fa la sua comparsa Julia, affetta da autismo

Una bambina autistica tra i pupazzi di Muppets

Rendere più familiare ai piccoli spettatori una patologia che colpisce molte persone

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Fulvia Degl'Innocenti

Nel celebre programma di pupazzi animati (i Muppet) Sesam Street, farà la comparsa un nuovo personaggio molto particolare: una bambina autistica, Julia, capelli rossi e un coniglio di pezza da cui non si separa mai. Quando Grande uccello, detto anche Bibo, la presenta lei non lo degna di attenzione, allora lui crede di non piacerle. Ma gli altri pupazzi gli dicono: «Non preoccuparti, lei fa solo cose un diverse da quelle degli altri!». Poi accade che mentre altri bambini stanno giocando Julia si mette a saltare su e giù, ma gli altri bambini invece di ignorarla, la imitano, includendola così nel loro gruppo. L’ autrice di Sesam Street, Christine Ferraro, ha detto che negli Stati Uniti l’ autismo è una patologia sempre più diffusa, tanto che i Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie calcolano colpisca un bambino su 68. «È quindi importante non ignorarla e introdurre personaggi autistici nei programmi più amati dai ragazzi. Anche perché l’ autismo ha manifestazioni molto diversificate, e non è facile comprenderlo». Stacey Gordon, l’ animatrice del pupazzo di Julia, ha un figlio autistico: «Se i bambini vedono già in tv alcuni comportamenti autistici, per esempio delle grida improvvise, quando poi ne hanno esperienza diretta non ne sono spaventati». Il personaggio, che appare anche nella versione a fumetti e a cartoni animati dello show, farà il suo debutto in Tv in aprile nei canali americani HBO and PBS.

Articoli Correlati

autismo scuola

Autismo e scuola, non più puro “contenimento”: parola ai formatori

Sul prossimo numero in edicola (10 aprile) vi proponiamo un ampio reportage sul mondo dello spettro autistico. In particolare ci soffermeremo sulle dinamiche alunno-docente in classe. I nuovi linguaggi espressivi aprono scenari inesplorati fino a poco tempo fa in tutti gli istituti scolastici. Leggi un’anteprima e conosci da vicino l’esperienza dei prof di sostegno.