Avvenire di Calabria

Si apprestano ad entrare nel vivo le elezioni anticipate presso l'Ateneo reggino necessarie a colmare il vuoto lasciato dalla recente inchiesta "Magnifica"

Università di Reggio Calabria, 3 nomi per la carica di Rettore

Le operazioni di voto inizieranno lunedì 18 luglio: previste tre votazioni e l'eventuale ballottaggio

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono tre i nomi in corsa alla carica di Rettore dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria. Uno di loro sarà scelto, nei prossimi giorni, dalla comunità accademica per dare il via al nuovo corso dell'Ateneo per i prossimi sei anni.

L'Università di Reggio Calabria sceglie il nuovo Rettore

Mancano pochi giorni alle elezioni che sanciranno il nome del nuovo Rettore dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria che dovrà guidare l'Ateneo fino al 2028, con il compito non facile di dare inizio ad un nuovo corso, dopo l'interdizione e le dimissioni di Santo Marcello Zimbone, coinvolto nell'inchiesta "Magnifica" di procura e guardia di finanza.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Elezioni anticipate, ma allo stesso tempo molto attese quelle che prenderanno il via lunedì 18 luglio. Sono tre i candidati in lizza a ricoprire la carica, non certamente facile, di rettore dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria. Si tratta del professor Claudio De Capua, ordinario di Misure elettriche ed elettroniche del Dipartimento Dies; del professor Nicola Moraci, ordinario di Geotecnica del Dipartimento Diceam e del professor Giuseppe Zimbalatti, ordinario di Meccanica Agraria presso il Dipartimento di Agraria e attuale direttore generale dell'ateneo.

Le date delle elezioni

Queste elezioni anticipate sono state indette dal Rettore pro tempore, indicato dal Ministero dell'Università e della Ricerca all'indomani dell'inchiesta Magnifica, il decano Feliciantonio Costabile, con decreto numero 1 del 14 giugno scorso. Il mandato di Rettore dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria ha durata di sei anni e decorrerà dalla data della nomina da parte del Ministro dell'Università e della Ricerca.

Le elezioni per la nomina del nuovo rettore dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria si svolgeranno tra il 18 e il 20 luglio, nel caso in cui non dovesse andare a buon fine la prima votazione. Il 18 luglio, dunque, la comunità accademica sarà chiamata a esprimere la propria preferenza in "prima votazione". Qualora non si dovesse giungere subito ad un verdetto, si andrà ad eventuale seconda votazione il 19 luglio. Il 20 luglio è prevista un eventuale terza votazione.

In caso di mancata elezione alla terza votazione, si procederà al ballottaggio ai sensi e per gli effetti di cui ai commi 7 e 8 dell’articolo 17 dello Statuto di Ateneo, che si terrà il 22 luglio 2022.

Le commissioni elettorali

Le votazioni per la carica di rettore avranno luogo nei locali dell’Università Mediterranea, in via dell’Università 25, dalle ore 9,00 alle ore 17,00. Tre le commissioni elettorali già nominate con decreto del 27 giugno scorso. Il Seggio numero 1 è composto da Professori e Ricercatori e si insedierà nell'Aula Quaroni al primo piano della Facoltà di Architettura; il Seggio numero 2 è composto da Personale Tecnico Amministrativo ed Esperti Linguistici presso l'Aula A11 al piano della Facoltà di Architettura; il Seggio numero 3 è invece composto dai Rappresentanti degli Studenti, presso l'Aula A12 sempre al primo piano della Facoltà di Architettura.

Il ritorno ai principi di legalità

Nell'indire le elezioni un mese fa, il Rettore "reggente" Feliciantonio Costabile nel ringraziare il senato accademico e il consiglio d'amministrazione dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria per il supporto avuto, aveva sottolineato come «in questi mesi» ci si fosse impegnati «a ristabilire i principi di legalità all'interno della nostra realtà universitaria», attuando, fra gli altri, «all'unanimità alcuni provvedimenti in conformità alle sentenze del Tar in materia di funzionamento degli organi e alle disposizioni della cosiddetta Legge Gelmini sull'esercizio delle cariche accademiche, sentenze e disposizioni inattuate da un decennio».


PUÒ INTERESSARTI ANCHE: Università di Reggio Calabria, presto il nuovo rettore


«Al di là del merito dei provvedimenti, essi - ancora le parole del Rettore "reggente" dell'Università di Reggio Calabria - sono un chiaro segnale del ritorno ai principi di legalità, ai quali si è sempre attenuta e ispirata la stragrande maggioranza dei docenti e del personale tecnico e amministrativo».

Articoli Correlati

La migrazione è ricchezza anche per chi accoglie

La migrazione può essere ricchezza per chi accoglie? In vista della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato che si celebra il 25 settembre, il Papa ci offre tanti spunti di riflessione.