Avvenire di Calabria

Vaticano: mons. Carlo Maria Viganò scomunicato per scisma

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Mons. Carlo Maria Viganò è stato riconosciuto colpevole del delitto riservato di scisma. Lo si apprende da una nota del Dicastero per la Dottrina della Fede: “In data 4 luglio 2024, il Congresso del Dicastero per la Dottrina della Fede si è riunito per concludere il Processo penale extragiudiziale ex can. 1720 CIC a carico di S.E.R. Mons. Carlo Maria Viganò, arcivescovo titolare di Ulpiana, accusato del delitto riservato di scisma (cann. 751 e 1364 CIC; art. 2 SST). Sono note le sue affermazioni pubbliche dalle quali risulta il rifiuto di riconoscere e sottomettersi al Sommo Pontefice, della comunione con i membri della Chiesa a lui soggetti e della legittimità e dell’autorità magisteriale del Concilio Ecumenico Vaticano II”. Pertanto il Dicastero “ha dichiarato la scomunica latae sententiae ex can. 1364 § 1 CIC”. La rimozione della censura in questi casi è riservata alla Sede Apostolica. La decisione è stata comunicata oggi a mons. Viganò.

Fonte: Agensir

Articoli Correlati

Tags: