Avvenire di Calabria

Una nuova avventura che coinvolge l'Azione Cattolica della diocesi di Reggio Calabria - Bova

Ac reggina, nuova iniziativa editoriale: nasce «FuturoPresente»

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ha preso avvio da ieri, domenica 20 maggio, una nuova avventura editoriale fortemente voluta dall'Azione Cattolica della diocesi di Reggio Calabria-Bova. Tra le pagine del settimanale L'Avvenire di Calabria, infatti, avrete l’opportunità di leggere #futuropresente, un inserto mensile che nasce dall’incontro di due desideri: da un lato quello di condividere spunti, provocazioni, riflessioni su alcune delle tematiche che più da vicino investono l'interesse dell'associazione e della Chiesa; dall’altro la voglia di mettersi in gioco e ricordare, principalmente a agli stessi soci dell'Ac, che tenere vivo il dibattito e il confronto culturale costituisce oggi uno degli snodi fondamentali su cui giocare il futuro della nostra società.

Ben venga dunque questa nuova sfida, che - come commentano dalla presidenza diocesana dell'Ac reggina - "accogliamo con entusiasmo e passione, sperando di fare cosa gradita a quanti vorranno dedicarci qualche minuto di tempo".

Punto di partenza di questo percorso è stata una riflessione che parte proprio dall'Azione Cattolica, per interrogarsi, sull’onda delle recenti celebrazioni diocesane per i 150 anni dalla fondazione, sul ruolo di laici impegnati ad abitare il presente con lo sguardo proiettato verso il futuro: in una parola #futuropresente.

Il primo numero dell'inserto mensile, di cui potete trovare l'edizione digitale qui, ha ospitato gli interventi di Matteo Truffelli, presidente nazionale dell'Azione Cattolica e Ornella Occhiuto, Alessandro Trovato, Carmine e Annarita Gelonese, soci reggini di Ac. Presente anche una riflessione di don Antonello Foderaro, assistente diocesano del settore Adulti, e le testimonianze di Arianna Monaca, parrocchia della Candelora e componente dell'equipe diocesana ragazzi; Maria Giovanna Fallanca del gruppo Giovani della parrocchia di San Sperato e Domenico Galluzzo del gruppo Adulti della parrocchia del Duomo.

Articoli Correlati

Don Fortunato Morrone e l’Azione cattolica: esperienza di Chiesa

Per sei anni, l’arcivescovo eletto di Reggio Calabria-Bova è stato assistente generale dell’Ac calabrese. Tra gli aneddoti raccontati da Carmine Gelonese c’è l’amicizia tra Morrone e l’indimenticato sacerdote reggino e assistente diocesano di Ac, don Lillo Spinelli.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.