Avvenire di Calabria

È stato un modo non convenzionale per tributare un riconoscimento alle famiglie calabresi e del paese per quanto hanno saputo organizzare, sacrificare, superare, sopportare

Anche in Calabria il flashmob per ringraziare le famiglie

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Anche in Calabria ieri domenica 3 maggio alle 18 in tanti hanno preso parte al flash-mob nazionale #graziefamiglie, lanciato dal Forum delle associazioni familiari e a cui ha aderito anche il Forum Famiglie Calabria. In questo modo con un applauso si è voluto ringraziare, genitori, bambini e nonni che non uscendo di casa hanno dato un contributo decisivo al bene comune. Certamente non una festa o un segnale per dire che è finito tutto, viste le drammatiche circostanze che stiamo ancora continuando a vivere, ma un’occasione per ribadire l’impegno per le famiglie nel continuare a fare da ammortizzatore sociale vivendo in spazi stretti per mesi, evitando tensioni sociali e facendo tante rinunce.

È stato un modo non convenzionale per tributare un riconoscimento alle famiglie calabresi e del paese per quanto hanno saputo organizzare, sacrificare, superare, sopportare finora in questi oltre due mesi di lockdown obbligatorio. Un’occasione, per i nuclei familiari italiani, per “dirsi” grazie e lanciare nel contempo un segnale anche alla nostra regione: nella “fase 2” bambini, mamme, papà, nonni meritano a pieno titolo di essere protagonisti della narrazione e delle misure economiche e sociali.

Senza il grande cuore delle famiglie, la Calabria e l’Italia avrebbero avuto molte più difficoltà. «Abbiamo giustamente ringraziato medici, infermieri e sanitari, e tanti altri ora le famiglie che hanno risposto con responsabilità in questi mesi, dimostrando di essere la realtà in grado di tenere unito il Paese», ha commentato il presidente del Forum Famiglie Calabria, Claudio Venditti, che aggiunge: «non possiamo darle sempre per scontate e non dobbiamo farlo per quello che, in questi mesi, hanno fatto per la sicurezza e la salute delle nostre città: per tutto questo, le famiglie meritano di essere ringraziate. Un ‘grazie’ per sottolineare e onorare l’atteggiamento positivo e il contributo di bene comune che le famiglie hanno dato e stanno dando al Paese».

Articoli Correlati

Partita anche a Reggio la campagna «1 euro a famiglia»

È stata promossa dal Forum delle associazioni familiari in tutto il territorio nazionale con lo scopo di aiutare attraverso una raccolta di micro donazioni, le famiglie in difficoltà economica temporanea a causa della crisi innescata dal covid

Forum delle Associazioni Familiari: domani evento on line

È il momento conclusivo del progetto «Accogli – Agire le Competenze di Cittadinanza in Ottica Globale Lavorando Insieme» che ha visto coinvolti giovani e famiglie. Interverrà anche il vescovo di Lamezia Terme, monsignor Giuseppe Schillaci