Avvenire di Calabria

Dopo lo stop imposto dalla pandemia, riprendono le attività presso la parrocchia Maria Santissima del Rosario

Azione cattolica, a Villa San Giovanni riprendono gli esercizi spirituali

A condurre i momenti di riflessione, don Tonino Sgrò direttore dell'Istituto teologico di Reggio Calabria

di Giorgio Cotroneo*

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Così come il corpo ha bisogno dell’esercizio fisico per mantenersi sano, anche l’anima, per non atrofizzare i suoi polmoni e respirare bene, ha bisogno dei suoi esercizi: la Parola, l’Eucarestia, la carità, la comunione. Non può esserci vita di fede autentica senza la preghiera condivisa con i fratelli e l’impegno verso il prossimo.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Consapevole di questa esigenza, durante la Quaresima 2019, prima della pandemia che ha limitato tempi e spazi dei gruppi ecclesiali, l’Azione cattolica della parrocchia Maria Santissima del Rosario di Villa San Giovanni aveva sperimentato l’intuizione di una fine settimana di esercizi spirituali adulti e giovani presso la Casa Sacro Cuore dei Padri Dehoniani di Briatico, immersa nello splendido paesaggio marino della Costa degli dei.

L'Azione cattolica di Villa San Giovanni riflette con don Tonino Sgrò

Nello stesso luogo, tre anni, con un po’ di coraggio e tanta speranza, nonostante i contagi ancora numerosi, un nutrito gruppo di adulti, giovani e anche giovanissimi dell’Azione cattolica di Villa ha nuovamente vissuto questa esperienza. Lo ha fatto dal 18 al 20 marzo, sotto la guida di don Tonino Sgrò. Il direttore dell’Istituto Teologico presso il Seminario diocesano “Pio XI” ha predicato loro, dal venerdì pomeriggio alla domenica mattina, gli esercizi spirituali sul tema «Creati della sua misericordia».

Il percorso proposto, fortemente voluto dal Consiglio parrocchiale, ha attraversato quattro tempi di meditazione che hanno consentito ai partecipanti di riflettere e pregare su diversi brani dell’Antico e del Nuovo Testamento. Dopo ogni lectio, ciascuno ha potuto godere di un tempo abbondante dedicato alla preghiera personale, ritmato dalle tracce fornite dal sacerdote assistente.

«La vita spirituale è la vita nello Spirito Santo, che ci fa provare l’esperienza di essere sempre preceduti dall’amore di Dio qualunque cosa facciamo». Sono le parole con cui ha esordito venerdì don Sgrò, concludendo domenica con un’invocazione che sintetizza il percorso svolto: «Si, Signore, sei tu che mi guarisci con la tua misericordia e col balsamo di vita della Parola e dell’Eucarestia».


PER APPROFONDIRE: Post-covid, le associazioni: «Pronti a ripartire»


Accanto ai momenti di silenzio, i partecipanti hanno vissuto, dopo la lunga interruzione dovuta alla pandemia, spazi di fraternità e gioia condivisa, pur nei limiti del distanziamento ancora imposto, rinnovando la visione intergenerazionale dell’Azione cattolica e della stessa parrocchia come famiglia di famiglie dove si cresce e ci si forma insieme.

*responsabile gruppo Giovani Ac Villa San Giovanni

Articoli Correlati

Le processioni del maestro Stellario Baccellieri

Conosciamo meglio l’artista reggino, conosciuto anche come il Pittore del Caffè Greco o il Pittore dei Caffè. Stellario Baccellieri ama ancora immortalare le processioni della sua Calabria.