Avvenire di Calabria

L'apertura del numero in uscita è dedicata alla partecipazione, valore assoluto con cui interpretare - da parte dei cittadini - questa fase storica sia a livello nazionale che locale

Domani in edicola. I cittadini siano protagonisti dei quartieri

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Torna in edicola, come ogni domenica, L'Avvenire di Calabria abbinato con Avvenire, il quotidiano dei cattolici italiani.

L'apertura del numero in uscita è dedicata alla partecipazione, valore assoluto con cui interpretare - da parte dei cittadini - questa fase storica sia a livello nazionale che locale. Da un lato, infatti, vi è il riverbero delle conclusioni del Consiglio Permanente della Cei, dall'altro l'escalation di danneggiamenti dei "beni pubblici" a Reggio Calabria.

Comune denominatore è la "notte sociale" che si sta vivendo, con una parziale assenza da parte delle forze positive dei territori di "occupare" quegli spazi. Vi proporremo analisi e voci su questo tema.

Ed ancora: l'approfondimento necessario per vivere al meglio la Settimana Santa guidati dai consigli della teologia e della spiritualità incaranta. Non mancherà un ricordo doveroso a don Nuccio Santoro, parroco di San Giorgio al Corso, da parte di quanti ne hanno condiviso il cammino nei suoi anni di ministero sacerdotale.

Questi i temi principali, ma tanti altri potrete trovarli nelle pagine interne de L'Avvenire di Calabria domani in edicola.

Articoli Correlati

Domenica in edicola. I primi passi in diocesi di monsignor Morrone

Torna in edicola Avvenire di Calabria assieme ad Avvenire, il quotidiano dei cattolici italiani. Anche questo numero è dedicato all’ingresso del nuovo arcivescovo di Reggio Calabria – Bova nella quotidianità dei fedeli reggini che stanno imparando, giorno dopo giorno, a conoscerlo e apprezzarlo.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.