Avvenire di Calabria

Il risultato di tutte le competizioni elettorali nei comuni interessati al voto della città metropolitana di Reggio Calabria

Elezioni comunali, i risultati nel reggino

Tonfo del centrodestra a Villa San Giovanni, battuto dalla lista civica che ha sostenuto la candidatura del primo sindaco donna eletto della storia del comune villese, la giornalista Giusy Caminiti

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Elezioni Comunali in Calabria, ha preso il via alle 14 lo spoglio nei comuni della regione interessati al rinnovo delle amministrazioni civiche. In provincia di Reggio sono 20, in tutto, i centri interessati. Riflettori, in particolare, puntati su Palmi, Bagnara Calabra e Villa San Giovanni.

Le Elezioni comunali nel territorio della città metropolitana di Reggio Calabria potrebbero riservare sorprese. Intanto, si hanno già i primi risultati dai comuni in cui è stato completato lo spoglio. Tra i primi centri in cui già da ieri si conosceva l'esito, Motta San Giovanni e San Procopio, dove a presentarsi c'era solo un candidato a Sindaco. L'unico scoglio da superare era la soglia del 40% d'affluenza


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Motta San Giovanni ha visto, dunque, la riconferma di Giovanni Verduci quale primo cittadino. Mentre a San Procopio è stato eletto Francesco Posterino. Altro Comune del reggino, in cui si è festeggiato alla chiusura delle urne è Placanica, dove il sindaco eletto è stato l'uscente Antonio Condemi.

Gli ulteriori verdetti relativi alle elezioni comunali svoltesi negli altri centri della città metropolitana di Reggio Calabria sobno giunti nel pomeriggio di oggi.

Ad Antonimina il sindaco e Giuseppe Murdaca; a Bovalino eletto primo cittadino Vincenzo Maesano. Riconfermato al Comune di Calanna, Domenico Romeo; mentre a Caraffa del Bianco è sindaco Stefano Umberto Marrapodi. A Caulonia vince Francesco Cagliuso; mentre si impone a Ciminà Giovanni Mangiameli. A Grotteria vince Giuseppe Racco; mentre a Laganadi è sindaco Michele Spadaro che ottiene il 100% dei consensi contro il suo unico competitor. A San Ferdinando, è stato eletto sindaco Gianluca Gaetano, già vicesindaco della giunta di Andrea Tripodi, arrivato terzo alle spalle di Maria Carmela Digiacco.

Le elezioni comunali svolti nella città metropolitana di Reggio Calabria hanno decretato gli ulteriori verdetti a San Lorenzo, dove ha vinto Giuseppe Floccari; a Staiti, dove il sindaco è Giovanna Pellicanò; a Terranova Sappo Munulio dove ha vinto Ettore Tigani per tre voti sull'altro candidato sindaco, Carmelo Votano. Varapodio festeggia la riconferma di Orlando Fazzolari.

A Campo Calabro l'uscente Sandro Repaci, con il 54,99% dei consensi si impone sullo sfidante, già in passato sindaco della cittadina affacciata sullo Stretto, Antonino Scopelliti (45,01%).

Elezioni comunali in provincia di Reggio Calabria, la prima volta di Villa San Giovanni

A Villa San Giovanni vittoria schiacciante (con il 57.62% dei consensi) della giornalista Giusy Caminiti, sostenuta da una coalizione civica, sul candidato del centrodestra, Marco Santoro (40,44%). Poco sotto il 2% è il terzo aspirante sindaco, Demetrio Bueti. Caminiti è la prima sindaca donna eletta della storia dell'importante comune reggino.

A Bagnara Calabra, vince il candidato di Insieme per un futuro, Adone Pistolesi, con il 55,10% dei consensi contro Mario Romeo, sostenuto dalla lista La Bagnara che Vogliamo (44,90)


PER APPROFONDIRE: Flop Referendum, primi risultati alle comunali in Calabria: Verduci confermato


Infine a Palmi, l'uscente Giuseppe Ranuccio (64,51% dei consensi) doppia il già sindaco Gianni Barone (32,5%), sostenuto dal centrodestra. Il terzo candidato, Giuseppe Ippolito Armino, invece, ha ottenuto il 3,43% dei consensi.

Articoli Correlati

50 anni fa a Riace il ritrovamento dei Bronzi

Era il 16 agosto del 1972 quando al largo delle coste di Riace, in Calabria, dopo una segnalazione del sub Stefano Mariottini, i carabinieri riportavano alla luce due statue uniche al mondo, i Bronzi di Riace.