Avvenire di Calabria

Il quadrangolare è promosso dall'Università di Messina. Sarà un modo convivale per fare memoria del giudice beato

Magistrati e studenti in campo per ricordare Rosario Livatino

Si tratta di una competizione di calcio a 7 che vedrà indossare calzoncini e maglietta anche i rappresentanti dell'Anm

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Magistrati e studenti in campo per ricordare Rosario Livatino. Il quadrangolare è promosso dall'Università di Messina. Sarà un modo convivale per fare memoria del giudice beato. Nello specifico si tratta di una competizione di calcio a 7 che vedrà indossare calzoncini e maglietta anche i rappresentanti dell'Anm.

Magistrati e studenti in campo per ricordare Rosario Livatino

Domenica 3 Ottobre, alle ore 10.30 sul rettangolo verde della Cittadella sportiva, ci sarà il calcio di inizio del “I° Quadrangolare della legalità in Memoria del Beato Rosario Livatino”.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


L’evento di calcio a 7, patrocinato dall’Università di Messina e dall’Associazione Nazionale dei Magistrati (anm, Sezione distrettuale di Messina), prevede la partecipazione di squadre composte da Magistrati, Associazioni Studentesche Universitarie, Specializzandi, Dottorandi, Assegnisti e Docenti dell’Ateneo.


PER APPROFONDIRE: Rosario Livatino, l’Issr di Reggio Calabria riflette sulla vita donata del giudice-santo


La Cittadella sportiva ha messo a disposizione le sue strutture grazie alla sensibilità della dott.ssa Silvia Bosurgi, Presidente della SSD UniMe.

Questa iniziativa trova spunto dalla necessità di legare i Valori della Legalità e della Giustizia alla crescita e alla formazione delle nuove generazioni, che avranno il compito di guidare e gestire la Res Publica.

La scelta di intitolare questo quadrangolare al Beato Rosario Livatino è un atto di rispetto nei confronti di un Uomo di Stato che ha sacrificato coscientemente la sua vita, per far risplendere quei Valori di Giustizia e Legalità che la mafia voleva oscurare per poter proliferare. 

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.