Avvenire di Calabria

Sono passati 31 anni dal ritorno alla Casa del Padre dell'indimenticato sacerdote degli ultimi

Monsignor Vittorio Mondello presiederà le messa in ricordo di don Italo Calabrò

La celebrazione eucaristica si terrà presso Casa Gullì, il 16 giugno 2021 dalle 18.30

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono passati 31 anni dall'ascesa al cielo dell'indimenticato sacerdote degli ultimi, don Italo Calabrò. La celebrazione eucaristica, presieduta dall'arcivescovo emerito di Reggio Calabria, Vittorio Luigi Mondello, si terrà presso Casa Gullì, il 16 giugno 2021 dalle 18.30. L'animazione liturgica sarà a cura del coro della parrocchia "Santa Maria Della Neve" di san Giovanni di Sambatello, storica parrocchia di don Calabrò.

Il ricordo di don Italo Calabrò è promosso dalla Caritas diocesana di Reggio Calabria - Bova, dalla Piccola Opera "Papa Giovanni" e dal Centro comunitario Agape.

«Abbiamo trovato difficoltà, contrasti, ma sempre abbiamo aperto, abbiamo accolto, abbiamo amato: questa è preghiera! Abbiamo cercato di far passare nella nostra Chiesa, nella realtà civile, questo messaggio, con le nostre forze, assai limitate, ma questa è preghiera» scriveva don Calabrò nel '90 concludendo: «Il cuore di Dio è più grande del nostro cuore, questo non lo dobbiamo mai dimenticare! Dio è infinitamente grande, Dio è amore infinito; e quelle che a noi sembrano assenze, resistenze, fughe, Lui le legge solo in chiave di amore»

Articoli Correlati

Monsignor Morrone prega sulla tomba di don Italo Calabrò

Il vescovo si è recato sulla tomba di don Italo Calabrò: oggi ricorrono i 31 anni dalla morte del sacerdote. Pomeriggio, alle 18, la messa in suffragio sarà celebrata da monsignor Vittorio Luigi Modello a Casa Gullì. Morrone, durante la sua omelia di insediamento, aveva indicato don Calabrò tra i testimoni di servizio ecclesiale della diocesi.

Monsignor Fortunato Morrone prenderà possesso della Concattedrale di Bova

Grande trepidazione nel borgo dell’Area grecanica reggina dove domenica arriverà il nuovo pastore. Il presule pitagorico rivolgerà una preghiera particolare al compatrono della diocesi, San Leo. Alle 10, previsto un incontro con le autorità e subito dopo il rito di presa di possesso canonico della Concattedrale dell’Isodia.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.