Avvenire di Calabria

Le parole del figlio dell'uomo deceduto in servizio: «Sei anni di battaglie, ma ce l'abbiamo fatta»

Reggio, il colonnello Fazio riconosciuto «vittima del dovere»

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La famiglia del comandante dei Vigili Urbani di Reggio Calabria Cosimo Fazio, morto il 15 agosto 2013 mentre era in servizio durante uno sbarco di migranti al Porto, ha atteso con ansia il 14 gennaio, giorno in cui davanti al Giudice del Lavoro si è atteso il riconoscimento di vittima del dovere per il Colonnello deceduto sul lavoro. Il figlio Antonino Carlo ha pubblicato su facebook tutto il suo orgoglio: «Sei volte grazie; 6, come questi anni di battaglie senza sosta, che hanno visto me e la mia famiglia impegnata in un vergognoso braccio di ferro con il Ministero degli Interni.Sono stati anni pesanti, che non mi hanno permesso di piangere mio padre, con la serenità che meritavamo».

Articoli Correlati