Avvenire di Calabria

A renderlo noto è la Chiesa cosentina che, nei giorni scorsi, ha vissuto un momento comunitario all'insegna di questi valori

Sport4Hope, nuova iniziativa nell’arcidiocesi di Cosenza-Bisignano

In particolare, le realtà si impegneranno ad animare le attività del territorio in occasione dell'anniversario della Cattedrale

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La speranza che incontra lo Sport, prende il nomedi Sport4Hope nell'arcidiocesi di Cosenza-Bisignano. A renderlo noto è la Chiesa cosentina che, nei giorni scorsi, ha vissuto un momento comunitario all'insegna di questi valori.

L'arcidiocesi di Cosenza-Bisignano presenta Sport4Hope

È stato presentato questa mattina nel Salone degli Stemmi del Palazzo Arcivescovile il programma di “Sport4Hope. Lo sport unito pro Cattedrale”, la kermesse sportiva legata ai festeggiamenti per gli 800 anni della Cattedrale di Cosenza.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


All’incontro introduttivo è stato presente l’arcivescovo di Cosenza – Bisignano, monsignor Francesco Nolè, che nel suo intervento ha sottolineato come “lo sport è inclusivo, ci costringe a collaborare. I giovani, la cultura della pace e lo sport camminano insieme – ha aggiunto il presule -. Quando si fa sport non c’è tempo per litigare, perché i valori in gioco sono quelli della lealtà e del rispetto delle regole. Lo sport, infatti, richiede soprattutto fatica, impegno, allenamento”. Per mons. Nolè – in conclusione – “lo sport è una delle leve più interessanti della vita delle persone, perché riguarda tutti, senza differenza di età”.

La conferenza stampa ha visto la presenza dei rappresentanti delle ventitré associazioni, in rappresentanza del variegato mondo dello sport, che animeranno decine di manifestazioni lungo tutto l’anno 2022, con il coinvolgimento di centinaia di atleti del territorio bruzio.

Durante la presentazione è intervenuto don Matteo Imbrogno, delegato del Vescovo per il mondo dello sport; il significato della kermesse è stato invece spiegato da Giorgio Porro, presidente del CSI Calabria, che ha voluto evidenziare il legame tra “Sport4Hope” e gli 800 anni della cattedrale di Cosenza.


PER APPROFONDIRE: Il Giubileo degli Sportivi celebrato nella Cattedrale di Cosenza


“Lo sport e la Chiesa insieme per sentirsi meno soli in questo tempo difficile” – ha sottolineato invece Francesca Stancati, delegata cosentina del CONI – che ha definito l’iniziativa “un messaggio di speranza”. A farle eco è stata Deborah Granata (Comitato Paralimpico locale), per la quale “lo sport è uno strumento inclusivo”, mentre Walter Malacrino (Sport e Salute Calabria) ha ricordato l’importanza della “crescita culturale, religiosa e sportiva insieme”.

Durante la cerimonia il CSI ha voluto simbolicamente consegnare a mons. Nolè una fascia di capitano di “Sport4Hope”.

Articoli Correlati

Le processioni del maestro Stellario Baccellieri

Conosciamo meglio l’artista reggino, conosciuto anche come il Pittore del Caffè Greco o il Pittore dei Caffè. Stellario Baccellieri ama ancora immortalare le processioni della sua Calabria.