Avvenire di Calabria

L'obiettivo è quello di avviare una fase di co-progettazione in vista del prossimo bando di gara per garantire un servizio innovativo e di qualità

Terzo Settore, si sblocca la vicenda degli assistenti educativi del Comune di Reggio Calabria

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Finalmente oggi al Comune di Reggio Calabria si è svolto il tavolo tecnico di confronto tra le organizzazioni sindacali, l’assessore e il dirigente del settore welfare, il forum del terzo settore e le cooperative che gestiscono il servizio di assistenza educativa presso le scuole di competenza comunale.

Sono state affrontate tutte le problematiche emerse dal confronto e relative sia all’anno scolastico che sta per terminare sia un confronto sulle prospettive del servizio stesso.

In relazione al primo punto si è affrontata la questione della proroga dei contratti fino a chiusura delle attività scolastica differita in base a ordine e grado: 12 giugno per le scuole primarie e 30 giugno per le secondarie. Ciò avverrà, nel rispetto delle disposizioni di legge, alle stesse condizioni previste dal bando di gara originario.

In merito alle problematiche attinenti al servizio, si è convenuto sulla necessità da una parte di regolamentare in modo più preciso l’attività, dall’altra di un maggiore coinvolgimento di scuole e famiglie, nonché sull’esigenza di garantire da parte degli enti gestori la formazione di operatrici e operatori. Ciò per garantire una maggiore efficacia nell’espletamento del servizio che, ricordiamo, ha l’obiettivo di rendere esigibile il diritto allo studio di persone in condizioni di fragilità.

Le problematiche relative al ritardo dei pagamenti sono in via di soluzione, mentre quelli relativi al tfr necessitano di ulteriore approfondimento normativo.

Relativamente alla nuova programmazione, in considerazione di alcune delle criticità strutturali emerse, in particolare il Forum ha proposto all’amministrazione comunale di avvalersi delle nuove opportunità introdotte di recente dalla normativa in fatto di collaborazione tra pubblica amministrazione e terzo settore, avviando un percorso di co-programmazione che,  coinvolgendo i diversi attori interessati non abbia come risultato l’ennesimo bando di gara ma un percorso di progettazione comune di un servizio innovativo e di qualità.

Il tavolo si è concluso, quindi, con un impegno a risolvere le criticità rimaste ancora in sospeso e di aggiornarsi in autunno per definire insieme le modalità di gestione futura del servizio.

Per il Forum Terzo Settore RC il portavoce Pasquale Neri

Per le OOSS la rappresentante sindacale degli assistenti educativi cisl fp Rosy Chirico con il Segretario Generale Cisl fp Vincenzo Sera

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.