Avvenire di Calabria

Una famiglia russa ed una famiglia ucraina, insieme, porteranno la croce e faranno le meditazioni della tredicesima stazione della Via Crucis

La Via Crucis con papa Francesco: russi e ucraini, gli uni accanto agli altri

La scelta va così a saldare perfettamente il tema scelto per la Via crucis di quest'anno a cinque anni dalla pubblicazione della Amoris Laetitia

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Stasera papa Francesco presiederà la Via Crucis dal Colosseo: particolarmente significativa la scelta ricaduta sulla riflessione legata alla tredicesima stazione. A portare il legno di croce saranno una famiglia russa e una ucraina.

Le scelte di papa Francesco per la Via Crucis

Sotto la stessa croce. Ucraina e Russia. Non ha bisogno di troppe spiegazioni la scelta fatta da papa Francesco in occasione della Via Crucis di oggi, 15 aprile, a Roma. Gli occhi di tutto il mondo saranno rivolti verso il Colosseo dove il Santo Padre lancerà un nuovo messaggio di Pace.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Una famiglia russa ed una famiglia ucraina, insieme, porteranno la croce e faranno le meditazioni della tredicesima stazione della Via Crucis che, il Venerdì Santo, Papa Francesco percorrerà al Colosseo.

La tredicesima stazione è considerata una delle più strazianti del percorso: rappresenta il momento in cui Cristo è deposto dalla Croce ed il suo corpo viene riconsegnato alla Madonna. Un momento particolarmente profondo della Passione, che ha ispirato centinaia di opere d'arte la più famosa delle quali è la Pietà di Michelangelo, conservata in Vaticano.

La scelta va così a saldare perfettamente il tema scelto da tempo per la Via crucis di quest'anno, la famiglia a cinque anni dalla pubblicazione della Amoris Laetitia, e la guerra che sta sconvolgendo l'Ucraina, le sue famiglie e le famiglie russe che hanno soldati inviati al fronte. Gli altri temi delle meditazioni: la crisi acuita dalla pandemia, la mancanza di lavoro e la conseguente angoscia di una vita familiare precaria e il dramma dei migranti.


PER APPROFONDIRE: Triduo pasquale, le celebrazioni nella Cattedrale di Reggio Calabria


L'intervista con "A sua immagine"

Un’intervista esclusiva a papa Francesco per il Venerdì Santo: l’ha realizzata Lorena Bianchetti, conduttrice di «A Sua Immagine», in una puntata speciale del programma che va in onda il 15 aprile su Raiuno alle 14, col titolo «La Speranza sotto assedio». Coordinata da don Marco Pozza, è la prima intervista che il Papa rilascia dall’inizio della guerra in Ucraina. Nel giorno in cui la Chiesa ricorda la Passione del Signore, il Santo Padre rifletterà sulle tante sofferenze che attraversano l’umanità, a partire proprio dalla guerra e condividerà parole sul rapporto tra il bene e il male.

Articoli Correlati

Savino (Cei) in Moldavia, visita al vescovo di Chisinau

Dopo essere stato ad Odessa, in Ucraina, in rappresentanza della Cei in occasione della tappa della Carovana della Pace, il vescovo Savino è stato in Moldavia: dall’inizio della guerra, qui accolti oltre 400 mila profughi.