Avvenire di Calabria

Il Segretario della Congregazione per l'Educazione Cattolica ospite dell'Associazione Attendiamoci

Zani sui social: «L’uso consapevole li rende “buoni maestri”»

Alla Quistelli dell'Università Mediterranea, il prelato è intervenuto sulle nuove sfide educative locali e globali

di Francesco Chindemi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

«In questi due anni segnati dalla pandemia, in molti casi gli strumenti tecnologici sono serviti a colmare il vuoto creatosi da una situazione imprevista. Ma allo stesso tempo si è aperto un nuovo campo di analisi e riflessione». Sulla questione educazione e social network, interviene monsignor Angelo Vincenzo Zani, Segretario per la Congregazione per l’Educazione cattolica, a Reggio Calabria, dove ieri ha preso parte alla conferenza “Dalla loc-educazione alla glob-educazione A/R: un cammino dentro il Patto educativo globale” promosso dall’associazione Attendiamoci onlus.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Zani si è infine soffermato sulla sua presenza a Reggio Calabria, invitato a parlare delle nuove sfide educative in campo globale dall’associazione Attendiamoci onlus. «Ho risposto a questo invito - spiega - perché la Congregazione di cui sono segretario è incaricata di portare avanti la definizione del Patto educativo globale partendo proprio dal confronto con le realtà locali».

Nell’aula magna Quistelli dell’Università Mediterranea, oltre a monsignor Angelo Vincenzo Zani, sono intervenuti il rettore dell’ateneo reggino Santo Marcello Zimbone, l’arcivescovo metropolita di Reggio Calabria - Bova e presidente della Conferenza episcopale calabra Fortunato Morrone, Daniele Cananzi direttore del Digies, Amalia di Lando coordinatrice del Corso di Laura in Scienze della formazione primaria, don Valerio Chiovaro assistente spirituale di Attendiamoci e Coordinatore della pastorale universitaria.

Articoli Correlati

Agiduemila

Presentato il nuovo calendario di Agiduemila: come averlo

È stato presentato nei giorni scorsi. Può essere un doppio dono di Natale, il Calendario 2022 di Agiduemila. Un’iniziativa che si rinnova in vista del nuovo anno. Scopo sostenere le iniziative dell’associazione che si occupa di disabilità

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.