Avvenire di Calabria

A fuoco la cabina elettrica della tendopoli di San Ferdinando

L'episodio è accaduto stamattina: l’intervento immediato dei Vigili del Fuoco ha evitato che l’incendio si propagasse con conseguenze che avrebbero potuto essere ben più gravi.

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Stamattina la cabina elettrica della tendopoli di San Ferdinando è andata a fuoco. L’intervento immediato dei Vigili del Fuoco ha evitato che l’incendio si propagasse con conseguenze che avrebbero potuto essere ben più gravi. Da diversi mesi vengono segnalate continue interruzioni dell’erogazione della corrente elettrica a causa di sovraccarichi e l’episodio di oggi non è che l'ultimo di una serie che mette a repentaglio la vita dei lavoratori stagionali che vivono nella tendopoli, in condizioni di disagio e - stando alle ricostruzioni - anche nel pericolo imminente di un incendio.

 
«Nei giorni scorsi – è scritto in una nota diffusa dal Coordinamento lavoratori agricoli USB – abbiamo inviato al Prefetto di Reggio Calabria, ed estesa a Regione Calabria e Comune di San Ferdinando, una richiesta di incontro urgente. Tra le problematiche da discutere, insieme alle condizioni di lavoro e all’accesso ai permessi di soggiorno, al primo punto avevamo previsto proprio questo argomento. Nell’auspicare l’immediato ripristino della fornitura elettrica, fondamentale per garantire le condizioni minime di vivibilità nella tendopoli, ribadiamo con forza l’esigenza di una convocazione immediata per vagliare soluzioni che mettano al centro l’inserimento abitativo diffuso dei lavoratori agricoli e la possibilità di potersi affittare una casa».

Articoli Correlati

La diocesi di Cassano accanto agli emarginati

La diocesi di Cassano accanto agli emarginati

Al via il corso di italiano per gli stranieri del territorio. Mentre prende forma la raccolta dei beni di prima necessità. Savino: «Vi prego, facciamo in modo che nessuno resti indietro».

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.