Avvenire di Calabria

Oasi della Misericordia: benedette le 'Aule delle confessioni'

Accolte le reliquie di S. Faustina Kowalska

Monsignor Milito ricorda la santa polacca

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Momenti di intensa spiritualità hanno segnato il sorgere e il cammino dell’Oasi della Misericordia. Nella comunità di San Martino di Taurianova, in contrada Scrivere il clima di accoglienza e di schietta umanità di rapporti si armonizza con una fede semplice e profonda nella presenza di Dio. Tutto questo conferisce un tono inconfondibile all’ambiente dell’Oasi. La missione permanente dell’O.d.M. è in linea con i valori e le finalità della Chiesa. Un cammino scandito da vari appuntamenti che ha arricchito sempre più la spiritualità di questo luogo di preghiera e di santificazione. Con questo clima e in questa dimensione è arrivata all’Oasi una reliquia di Santa Faustina Kowalska. La sacra reliquia arrivata dalla Polonia sarà esposta alla venerazione dei fedeli e di quanti vorranno accostarsi per momenti di meditazione, riflessione, contemplazione e, con l’aiuto dell’Apostola della Misericordia, di conversione nel progetto delle Mirabilia Dei, le grandi opere di Dio. Cogliendo questo momento di grazia sono state benedette dal nostro vescovo Mons. Francesco Milito, due aule adibite a colloqui spirituali e aule della Confessione; aule dove si celebra e si impara la Misericordia del Signore. Con entusiasmo e spirito di gratitudine al Signore, il Vescovo, durante la sua riflessione ha evidenziato l’importanza della presenza della Cappella e parimenti di quella delle confessioni: «due luoghi inscindibili l’uno dall’altro in quanto, riconciliati con il Signore celebriamo le Sue meraviglie». Mons. Milito ha inoltre ricordato un passo del diario di Santa Faustina a proposito della Confessione: «Quando vai a confessarti entra dentro il costato del cuore di Gesù ma quando esci immergiti nell’oceano della Trinità». Lodiamo il Signore e rendiamo grazie a Dio per quanta attenzione presta all’Oasdella Misericordia.

Mimma Marzico

Articoli Correlati

Oppido Mamertina, divieto di avvicinamento per due “stalker”

Madre e figlio sono stati ritenuti responsabili dei reati di atti persecutori e lesioni personali in danno di una donna di Messignadi. La vicenda risale esattamente alla fine dell’anno 2017 e trae origine da dissidi privati legati a questioni sentimentali

Monasterace, rubate le reliquie di Sant’Andrea di Avellino

Il furto si sarebbe verificato tra le 19 e le 20.30 di sabato sera. A denunciare l’accaduto ai Carabinieri della locale stazione, che hanno subito avviato le indagini, è stato il parroco del piccolo centro jonico, don Alfredo Valenti

Oppido, concluse le giornate del campo estivo ad Arghillà

I ragazzi della diocesi di Oppido hanno da poco concluso l’esperienza del campo estivo. Un tempo che lascia tracce profonde e significative nella vita dei ragazzi, un momento di sosta e di serenità al fine di poter vivere un’esperienza di comunione e di condivisione.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.