Avvenire di Calabria

Reggio Calabria, è quanto succede fuori dal polo sanitario di via Willermin

Anziani in fila all’alba per fare un prelievo del sangue

La denuncia dell'Ada: «Inaccettabile tutto questo, le istituzioni facciano qualcosa»

di Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I servizi sanitari offerti presso la struttura Asp di via Willermin a Reggio Calabria non sono a misura d’anziani. È questo in sostanza il succo della denuncia dell’Ada, Associazione per i diritti degli anziani. Il presidente dell’associazione Mario Neto in una nota chiede interventi immediati da parte delle istituzioni competenti.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Sono tante, infatti, le segnalazioni che quotidianamente vede penalizzata la fascia meno giovane della popolazione. È impensabile, quanto «grave che per aver assegnato un numeretto per effettuare un prelievo del sangue, persone anziane debbano sottoporsi a file defatiganti. Ciò anche in ore antelucane e talvolta con condizioni meteo avverse, causa talvolta di spiacevoli alterchi».

Secondo l’associazione a tutela dei diritti degli anziani, è inoltre «inaccettabile che la sanità pubblica contingenti numericamente, in via ordinaria, le prestazioni da erogare ai cittadini contribuenti che hanno titolo a servirsi delle strutture pubbliche del servizio sanitario nazionale». Un sistema che spesso costringe persone, in maggior parte in età avanzata, ad attendere inutilmente l’assegnazione del numeretto, in quanto fuori dal contingentamento numerico.


PER APPROFONDIRE: Superbonus, la formula di Banca Generali per «agevolare» i lavori


L’Ada chiede dunque quali siano «i reali motivi o le cause (carenza di personale, input direzionali organizzativi errati?) che ostano al mettere fine a questa situazione "emergenziale" e quindi eliminare i disagi e le difficoltà, anche economiche, che soprattutto gli anziani, e la cittadinanza da tempo ormai sopportano? Ci si attende che chi di competenza dia riscontro e positive risposte in merito». 

Articoli Correlati

Agiduemila

Presentato il nuovo calendario di Agiduemila: come averlo

È stato presentato nei giorni scorsi. Può essere un doppio dono di Natale, il Calendario 2022 di Agiduemila. Un’iniziativa che si rinnova in vista del nuovo anno. Scopo sostenere le iniziative dell’associazione che si occupa di disabilità

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.