Arghillà, danneggiato il centro Ace: lo sdegno del garante Mattia – avveniredicalabria

avveniredicalabria

Vandali nuovamente in azione nel reggino: questa volta, un'invasione di rifiuti ed ingombranti

Arghillà, danneggiato il centro Ace: lo sdegno del garante Mattia

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Garante Metropolitano per l’Infanzia e l’Adolescenza Emanuele Mattia esprime «ferma e netta condanna» nei confronti del nuovo atto vandalico perpetrato ai danni del Comitato civico di Arghillà e al nascente centro di medicina solidale Ace, invasi da rifiuti ed ingombranti.

«Non possiamo non condannare questo nuovo episodio ad Arghillà, che arriva a poca distanza temporale e geografica dal danneggiamento alla scuola dell’infanzia. In quel caso, ad essere presa di mira era stata l’istruzione, adesso la sanità, entrambi beni essenziali per la locale comunità. Perché accanirsi contro realtà che porterebbe progresso ad un intero territorio e alla sua gente? Questo gesto, che si pensa sia stato una bravata giovanile, fa suonare un nuovo campanello d’allarme su certi comportamenti adolescenziali e deve essere uno sprone per i giovani migliori e alla restante maggioritaria parte positiva di Arghillà di mettere ancor di più impegno nello stigmatizzare tali situazioni e prevenirle attraverso la diffusione di socialità, welfare e senso civico, affiancando istituzioni ed associazioni nel percorso che stanno portando avanti nel quartiere», ha affermato il Garante. 

«Dunque, piena solidarietà al Comitato civico ed all’associazione Ace. Sappiamo che la data d’inaugurazione si avvicina, noi restiamo al vostro fianco. Insieme, non arretreremo di un millimetro», ha concluso Mattia.

 

 

Articoli Correlati

Un Carnevale speciale per i piccoli ricoverati al Gom

Il Reparto di Neonatologia del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio si è simpaticamente popolato di Superman, Wonder Woman ed altri coraggiosi personaggi grazie ad una iniziativa del Garante Emanuele Mattia e la stilista Silvia Renon

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.