Avvenire di Calabria

Arriva, finalmente, il disco verde per i pagamenti arretrati e per il futuro della struttura che appare meno nuboloso

Arriva finalmente l’accreditamento per l’Hospice reggino

Ad annunciarlo il deputato reggino Francesco Cannizzaro: «Detto, fatto. Noi le promesse le manteniamo»

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Arriva finalmente l'accreditamento per l'Hospice reggino. Lieto fine per la struttura che si occupa di cure palliative. Il disco verde arriva da Regione Calabria ed Asp. Il plauso del deputato reggino, Francesco Cannizzaro.

Arriva finalmente l'accreditamento per l'Hospice reggino

“Detto, fatto. Noi le promesse le manteniamo. Ci eravamo presi carico della complicata vicenda Hospice un anno fa, insieme a Jole, prefissandoci un obiettivo. Quell’obiettivo oggi, dopo tante difficoltà, è stato raggiunto. Come succede sempre, quando davvero si portano avanti gli interessi pubblici con volontà, passione e dedizione.

È con evidente orgoglio e sincera soddisfazione che l’on. Francesco Cannizzaro annuncia l’appena avvenuto accreditamento della struttura di “Via delle Stelle” da parte della Regione Calabria. È la conclusione di un iter già lungo e complesso, ma ancor di più se si tiene conto anche delle situazioni pregresse relative a struttura e personale, regolarizzate anche queste. Con l’accreditamento di fatto si legittima il rapporto tra l’Ente Regione e l’Istituto governato dalla Fondazione, mettendolo nelle condizioni di rientrare nell’erogazione di economie destinate alla Sanità. Sostanzialmente questo elimina le incertezze del presente e mette a regime le prospettive. Adesso il personale potrà operare più serenamente nell’arduo compito cui è chiamato a svolgere per alleviare le sofferenze dei tanti pazienti che si rivolgono alla panoramica struttura della collina di San Sperato.


PER APPROFONDIRE | Il vescovo Morrone sull'Hospice: «Luogo della delicatezza» (Leggi l'articolo)


Il percorso è iniziato l’anno scorso, quando per l’Hospice di Reggio Calabria si prospettava l’irrevocabile chiusura, evitata nell’imminenza solo tramite una veemente attività di sensibilizzazione e parlamentare e regionale. Quel cerchio lo aveva aperto l’allora governatore Jole Santelli, lo chiude oggi fieramente il suo facente funzioni, Nino Spirlì. Nulla di tutto ciò sarebbe stato possibile senza il lavoro dietro le quinte del Dirigente regionale Autorizzazioni e Accreditamenti, Cosimo Caridi, e senza la costante opera di mediazione del Commissario dell’ASP, Gianluigi Scaffidi.

“Cosa siamo riusciti a smuovere per l’Hospice è monumentale, perché ha tirato fuori la parte migliore di ciascuno di noi coinvolti in questa complicata operazione -  confessa Cannizzaro – in favore di una struttura che da sempre sta a cuore a tutti i reggini. Tutti insieme, l’abbiamo definitivamente salvata da un destino immeritato. E non finisce qui… nelle prossime settimane un’altra iniziativa istituzionale importante sarà destinata a questa splendida realtà!”


NON PERDERE I NOSTRI AGGIORNAMENTI, SEGUI IL NOSTRO CANALE TELEGRAM: VAI AL CANALE

Articoli Correlati

Ma i calabresi andranno a votare?

Ma i calabresi andranno a votare?

Manca una settimana al voto. Si moltiplicano gli incontri nelle città dei quattro contendenti La punta dello Stivale sembra, però, assistere con “disincanto” alla bagarre dei partiti.

Un piccolo gesto può regalare un sorriso

Si chiama “Dacci un taglio e regala un sorriso” l’iniziativa che intende promuovere una raccolta di capelli per realizzare parrucche da donare ai pazienti oncologici sottoposti a terapie.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.