Avvenire di Calabria

Definita la squadra che sostituirà Francesco Perrelli: si tratta di un triumvirato di avvocati, tutti vicini al Partito democratico

Atam, ecco il nuovo Consiglio d’Amministrazione

Tra di loro c'è anche un ritorno eccellente. Si tratta di Peppe Basile che, nel 2017, dovette fare un passo indietro per incompatibilità

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Atam, ecco il nuovo Consiglio d'Amministrazione. I soci dell'azienda metropolitana del trasporto pubblico hanno fatto le loro scelte: alla guida della società ci sarà un triumvirato.

Atam, ecco il nuovo Consiglio d'Amministrazione

Conclusa la lunga esperienza dell'Amministratore unico in Atam. Col passo d'addio di Francesco Perrelli (candidato alle regionali con De Magistris, ndr) giunto alla fine del suo mandato, i soci di Atam hanno definito la nuova squadra.

Si tratta di un triumvirato di avvocati che guiderà l'azienda per i prossimi anni. Una fase delicata che dovrà agevolare la transizione di dimensione di Atam: da comunale a metropolitana.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


La neo-socia Città metropolitana ha nominato Melina Consuelo Sangiovanni all'interno del Cda. L'avvocato reggino - con diverse consulenze presso la Pubblica Amministrazione - è stata candidata alle elezioni comunali nel 2014 con la lista "A testa alta" (creatura politica dell'ex presidente del Consiglio regionale, Peppe Bova) a sostegno di Giuseppe Falcomatà.

Il Comune, invece, ha puntato su Ezio Privitera e Peppe Basile. Privitera è anch'esso impegnato nell'attività forense. Nello specifico Privitera è stato nominato presidente del Consiglio d'Amministrazione e sarà al timone di Atam per i prossimi tre anni.


PER APPROFONDIRE: Superbonus, la formula di Banca Generali per «agevolare» i lavori


Infine Peppe Basile. Già vicepresidente di Sogas (sempre su nomina di Giuseppe Falcomatà) è ritenuto uno dei sergenti di ferro della corrente legata a Demetrio Naccari Carlizzi. Già candidato col Partito democratico nel 2014 sempre a supporto di Falcomatà, Basile "ritorna" in Atam dopo una parentesi fugace.

Il precedente di Basile

Nel 2017, infatti, fu nominato amministratore unico di Atam. Scelta poi "ritirata" in virtù di una doppia incompatibilità formale: la candidatura col Pd nel 2014 in contrasto con lo Statuto aziendale e il Decreto Legge numero 39 del 2013 che, invece, ne limitava la nomina in virtù dell'esperienza in Sogas di pochi mesi prima.

Articoli Correlati

Ma i calabresi andranno a votare?

Ma i calabresi andranno a votare?

Manca una settimana al voto. Si moltiplicano gli incontri nelle città dei quattro contendenti La punta dello Stivale sembra, però, assistere con “disincanto” alla bagarre dei partiti.

Un piccolo gesto può regalare un sorriso

Si chiama “Dacci un taglio e regala un sorriso” l’iniziativa che intende promuovere una raccolta di capelli per realizzare parrucche da donare ai pazienti oncologici sottoposti a terapie.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.