Avvenire di Calabria

L'ex consigliere comunale iscritta nel registro degli indagati pronta a chiarire la sua posizione

Brogli elettorali. Paola Serranò: «chiederò di essere ascoltata»

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

C’è anche il suo nome nel registro degli indagati dell’inchiesta sui presunti brogli alle ultime elezioni comunali di Reggio Calabria. L’ex consigliere comunale del Partito Democratico Paola Serranò, nel prendere atto della «notifica del decreto di proroga delle indagini preliminari relative ad un procedimento nel quale risulto indagata» attraverso una nota «tiene a evidenziare la sua totale estraneità ai fatti asseritamente contestati».
«Ho sempre mantenuto nello svolgimento della mia professione e nell’attività politica a servizio dei cittadini – aggiunge Serranò – una condotta lineare ed irreprensibile».
Nel confidare «nell’attività scrupolosa della Magistratura», l’ex consigliere dem, fa inoltre sapere di «aver comunicato al mio legale la volontà di essere ascoltata, a chiarimento delle questioni oggetto delle indagini».

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.