Avvenire di Calabria

Prosegue il nostro tour di conoscenza della nuova squadra di governo comunale. In questo numero abbiamo intervistato il vicesindaco recentemente insediato

Caso-Miramare, Perna: «Sindaco condannato solo dai giornali»

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Prosegue il nostro tour di conoscenza della nuova squadra di governo comunale. In questo numero abbiamo intervistato Tonino Perna, recentemente nominato vicesindaco di Falcomatà che si occuperà, più speficatamente di Area dello Stretto, un suo vecchio pallino sin da quando era assessore alla cultura nel comune dirimpettaio di Messina.

 
Un ruolo quello del vicesindaco, assai delicato, se si considera il caso-Miramare che vede imputato Giuseppe Falcomatà e che, in caso di condanna, ne vedrebbe la sospensione per diversi mesi. Sulla questione, Perna si è esposto in prima persona, spiegando come il suo incarico non è di supplente, «se avessi voluto fare il sindaco mi sarei candidato già a gennaio scorso», auspicando un buon esito della causa che pende sul primo cittadino: «Certe volte i mass media condannano le persone prima che lo facciano realmente i giudici».
 
Il resto dell'intervista lo potrete leggere domani su L'Avvenire di Calabria.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.