Avvenire di Calabria

Il nuovo tutorial fa parte di una proposta dell’Associazione WebCattolici Italiani (WeCa)

Come creare un canale YouTube per la propria parrocchia

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Filippo Passantino* - “Come si crea un canale YouTube per la propria parrocchia?” è il titolo del tutorial WeCa in onda da stamani, mercoledì 3 marzo, sul sito www.webcattolici.it, su YouTube e su www.facebook.com/webcattolici. Il tutorial, introdotto dal presidente WeCa, Fabio Bolzetta, e condotto da Alessandra Carenzio, spiega nel concreto i motivi per cui una parrocchia può valutare di aprire un proprio canale YouTube e i passaggi per farlo nel modo più efficace.

"YouTube – dice Carenzio nel tutorial – più che fare concorrenza agli altri siti, è il più grande concorrente della televisione tradizionale. I giovani, i giovanissimi, ma anche molti adulti hanno sostituito i loro programmi Tv preferiti con gli youtuber più in voga. Insomma: più che un social da coltivare e da far crescere, YouTube può essere considerato una vetrina da utilizzare al bisogno, ma in modo coerente".

I tutorial WeCa sono una proposta dell'Associazione WebCattolici Italiani (WeCa) in sinergia con l’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei e il Centro di ricerca sull’educazione ai media all’informazione e alla tecnologia (Cremit) dell’Università Cattolica di Milano. Oltre alla diffusione tramite i social network e sul sito www.weca.it, i tutorial vengono trasmessi sulle televisioni del circuito CoralloSat, sono in podcast su Spotify e sulla skill WeCa sui dispositivi Alexa. La novità principale di questa terza stagione dei tutorial WeCa è la collaborazione con la Pontificia Academia Mariana Internationalis: l’ultimo tutorial di ogni mese sarà dedicato alla figura di Maria in rapporto al mondo della comunicazione.

*Agensir

Articoli Correlati

Covid, a Sellia Marina le vaccinazioni partono dalla parrocchia

Amministrazione comunale, mondo del volontariato Avis, vigili e personale sanitario con i medici di base nell’Oratorio “San Nicola” del SS. Rosario, insieme per somministrare il vaccino ai più anziani, alcuni raggiunti anche nel proprio domicilio.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.