Avvenire di Calabria

Il sindaco di Reggio Calabria ha presenziato alla consacrazione episcopale di monsignor Fortunato Morrone

Consacrazione Morrone, il sindaco Falcomatà: «Forti emozioni e vibranti attese»

Con lui nelle delegazione metropolitana anche il vicesindaco Armando Neri e il sindaco di Bova, Santo Casile

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

"Oggi per la nostra città è una giornata di festa e di grande gioia. Questi sono i sentimenti che suscita l'avvio del cammino che la comunità reggina si appresta a compiere al fianco del suo nuovo pastore, l’arcivescovo di Reggio Calabria-Bova, monsignor Fortunato Morrone. Un momento carico di forti emozioni e vibranti attese, come sempre accade quando inizia una storia nuova che ci coinvolge tutti".

È quanto affermato dal Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, al termine della consacrazione episcopale di monsignor Morrone, arcivescovo eletto di Reggio Calabria – Bova, che si è svolta oggi a Crotone nella chiesa parrocchiale “Maria Madre della Chiesa”.

"Ma nel contempo – ha poi aggiunto il primo Cittadino di Reggio Calabria - avvertiamo anche tutto il carico di responsabilità che questo passaggio così solenne ed emozionante reca con sé, nei confronti di ciascuno di noi. Un richiamo preciso che già ci spinge a volgere lo sguardo verso il rinnovato impegno a cui tutta la comunità reggina è chiamata, a sostegno della missione pastorale di monsignor Morrone e del più generale percorso di riscatto che il nostro territorio sta coraggiosamente portando avanti. Il nuovo presule che la nostra amata città attende con trepidazione il prossimo 12 giugno, si richiama al pensiero di San Paolo, l’Apostolo delle genti a cui Reggio Calabria è da sempre fortemente legata, con l’auspicio di poter essere “collaboratore della vostra gioia”. Un messaggio semplice ma carico di significati che raccogliamo e per il quale offriremo il nostro contributo di amministratori e cittadini. A monsignor Fortunato Morrone, a tutta la Chiesa reggina e alla comunità dei fedeli, va l'augurio sincero della Città per un nuovo corso pastorale che, nel solco tracciato dall’opera di monsignor Morosini, cui rinnoviamo i sentimenti di gratitudine e affetto, possa rafforzare e rilanciare il dialogo costruttivo, l'attenzione verso i più deboli e lo spirito di comunità quali fondamenti imprescindibili della nostra missione quotidiana al servizio del prossimo".

Articoli Correlati

Monsignor Morrone prega sulla tomba di don Italo Calabrò

Il vescovo si è recato sulla tomba di don Italo Calabrò: oggi ricorrono i 31 anni dalla morte del sacerdote. Pomeriggio, alle 18, la messa in suffragio sarà celebrata da monsignor Vittorio Luigi Modello a Casa Gullì. Morrone, durante la sua omelia di insediamento, aveva indicato don Calabrò tra i testimoni di servizio ecclesiale della diocesi.

Monsignor Fortunato Morrone prenderà possesso della Concattedrale di Bova

Grande trepidazione nel borgo dell’Area grecanica reggina dove domenica arriverà il nuovo pastore. Il presule pitagorico rivolgerà una preghiera particolare al compatrono della diocesi, San Leo. Alle 10, previsto un incontro con le autorità e subito dopo il rito di presa di possesso canonico della Concattedrale dell’Isodia.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.