Avvenire di Calabria

Concluso il lavoro con le Metropolie. Monsignor Satriano lascia la guida dell’iter preliminare

Convegno regionale, i «grandi passi» della corresponsabilità

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Lo scorso 31 ottobre si sono conclusi i laboratori delle Metropolie di Reggio Calabria, Catanzaro e Cosenza verso il Convegno ecclesiale regionale. Dopo un primo momento formativo assembleare, i diversi laboratori, guidati dai facilitatori, hanno visto la partecipazione delle diverse realta (uffici) pastorali delle diocesi. In esse e stato promosso un cammino per sviluppare una riflessione ed un confronto, seppur lento e problematico, intorno al processo di cambiamento e di rinnovamento, attivato dal Concilio Vaticano II e dal Post-concilio, in direzione di una reale “Conversione Pastorale” richiesta alle nostre Chiese. Ci siamo posti in ascolto della realta del- le Chiese locali in Calabria al fine di una lettura di quel processo di cambiamento culturale e pastorale a partire dalle prime due sfide dello Strumento di lavoro: il Modello di Chiesa sinodale e la Comunicazione della fede oggi. Da ogni laboratorio, attraverso alcune domande, che hanno aiutato a comprendere la sfida, sono emerse criticita (fatiche, ombre) e prospettive positive (luci) di seguito riassunte.

Circa la prima sfida, da tutte e tre le Metropolie provengono puntualizzazioni nelle quali viene percepito ancora un modello di Chiesa verticistica, piramidale, dove si rileva la persistenza di un certo “clericalismo” duro a morire, a detrimento della dignita battesimale del popolo di Dio e pertanto della corresponsabilita nella vita ecclesiale, tanto cara a Papa Francesco.

È predominante un modello di Chiesa (sia nella parrocchia che nei diversi gruppi,associazione e movimenti) di tipo autoreferenziale. Sta maturando a fatica una visione ecclesiale che ponga come dimensione fondante, unitaria e comunionale la Chiesa locale (diocesi). Nella maggior parte dei casi la chiesa e prevalentemente identificata come parrocchia che gestisce servizi.

Emerge, contestualmente, in processi di rinnovamento gia avviati a partire dal Vaticano II, nelle comunita e tra i laici in particolare, l’amore alla Chiesa, il desiderio di partecipare alla costruzione del suo rinnovamento, la disponibilita nel coinvolgimento alla formazione, all’assunzione di responsabilita e di spirito critico costruttivo.

Durante questa fase è, inoltre, giunta la notizia del trasferimento di monsignor Satriano da Rossano a Bari. Il vescovo era il delegato della Conferenza episcopale calabra per i lavori preliminari verso il Convegno ecclesiale regionale.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.