Avvenire di Calabria

Si rafforza la solidarietà in un periodo gravemente segnato dalla pandemia

Emergenza covid in Brasile, interviene la Caritas nazionale

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Oggi l'epicentro della diffusione del coronavirus è l'America Latina, dove molte Caritas stanno cercando di soddisfare le esigenze della popolazione nonostante gravi difficoltà e limitazioni.

In Brasile - il Paese più colpito dalla pandemia della regione, con oltre 400 mila contagi – la Caritas nazionale ha reagito prontamente alla crisi fornendo in un solo mese alimenti e kit per la protezione e l’igiene personale a 100.000 persone.

La distribuzione degli aiuti è parte di É Tempo de Cuidar (È tempo di prendersi cura), una campagna promossa in collaborazione con la Conferenza episcopale brasiliana e con il sostegno della Fondazione Banco do Brasil che mira a rafforzare la solidarietà in un periodo gravemente segnato dalla pandemia di coronavirus come l’attuale.

La campagna è stata lanciata in 58 diocesi e interessa centinaia di città. Il 60% di coloro che finora hanno ricevuto aiuti è composto da disoccupati e soprattutto madri single. Tra i beneficiari del progetto anche molti migranti, rifugiati e senzatetto.

Le famiglie hanno ricevuto pacchi alimentari contenenti riso, fagioli, zucchero, farina, pasta, latte, uova, olio e sardine. I pacchi comprendono anche articoli per l'igiene personale come sapone e candeggina per la pulizia.

Caritas Brasile sta lavorando con una vasta rete di solidarietà che comprende volontari, parrocchie, operatori pastorali, comunità e organizzazioni sociali per garantire assistenza alle persone più vulnerabili.

La campagna è stata lanciata a Pasqua e il presidente della Conferenza episcopale brasiliana, monsignor Walmor Oliveira de Azevedo, ha esortato le persone a sostenere la campagna dicendo: «È tempo di ricostruire e aprire una nuova strada. È tempo di vivere una nuova esperienza di solidarietà, di collaborare e aiutare i più bisognosi».

Articoli Correlati

Alloggi popolari

Alloggi popolari, un tetto non basta: dislocare per includere davvero

Caos alloggi popolari a Reggio Calabria. Muro contro muro tra Comune e associazioni dei beneficiari, sbagliato accentrare in un unica area. La Caritas reggina analizza i dati a propria disposizione su analfabetismo in età adulta e abbandono scolastico nei quartieri a rischio.