Avvenire di Calabria

Da ieri al 24 luglio, i ragazzi da tutta Italia saranno di stanza ad Ecolandia nel quartiere di Arghillà

I campi di Libera fanno tappa a Reggio Calabria

Sarà l'occasione per conoscere da vicino le storie di impegno all'interno dei beni confiscati alle 'ndrine

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I campi di Libera fanno tappa a Reggio Calabria. Anche quest’anno l’estate con Libera sarà all’insegna della corresponsabilità, della scoperta e dell’impegno.

Cosa sono i campi di Libera?

E!State Liberi!”. Così si chiamno i campi di impegno e formazione sui beni confiscati alle mafie. L'obiettivo è quello di rinnovare l’opportunità, per tante ragazze e ragazzi, di vivere a pieno il valore dell’antimafia sociale e far conoscere la bellezza dei territori coinvolti.

I campi di Libera fanno tappa a Reggio Calabria

Da ieri al 24 luglio è iniziato il campo a Reggio Calabria. Le attività saranno ad Ecolandia, luogo che ospiterà i giovani partecipanti, e in cui è presente un bene confiscato.

Il campo sarà l'occasione per approfondire i temi dell’inquinamento marino e delle attività criminali legate al traffico e allo smaltimento illegale dei rifiuti. Inoltre i ragazzi potranno conoscere il fenomeno ‘ndranghetistico nella realtà calabrese, incontrando testimoni privilegiati e la rete di imprenditori pizzo free “Reggio Libera Reggio”.



I numeri. Nell’estate 2021 saranno ben 16 le regioni e 74 località che metteranno a disposizione più di 2.600 posti per i ragazzi aderenti. Da giugno a ottobre sarà possibile partecipare a più di 150 esperienze, dedicate alla partecipazione di minorenni, maggiorenni, gruppi organizzati (scout, scuole, associazioni, ecc.) e gruppi aziendali.

Articoli Correlati

covid in Calabria

Covid in Calabria, aumentano i contagi: il bollettino

Di nuovo in salita il numero dei contagi registrato in Calabria. Sale anche il tasso di positività nelle ultime 24 ore. Ma cresce anche il numero dei tamponi effettuati, rispetto allo stesso periodo clou della pandemia.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.