Avvenire di Calabria

La misura varata dagli ultimi governi e ritenuta la panacea di tutti i mali per l'edilizia stenta a decollare

Il Superbonus 110% rischia di diventare un flop

Soltanto 5mila condomini in tutta Italia hanno aperto i cantieri. E la differenza tra Nord e Sud si fa pesare

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Superbonus 110% rischia di diventare un flop. La misura che doveva rilanciare l'edilizia stenta a decollare. Soltanto 5mila condomini in Italia hanno iniziato i lavori

Il Superbonus 110% rischia di diventare un flop

“I nuovi dati forniti dall’Enea e dal Ministero della transizione ecologica indicano che la detrazione del 110 per cento per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici (cosiddetto super-ecobonus) inizia ad essere utilizzata, anche se i condominii interessati non arrivano a 5.000 in tutta Italia". A dichiararlo è il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Che prosegue: «L’auspicio è che anche i lavori di miglioramento sismico (cosiddetto super-sismabonus) riescano – a più di un anno dal varo dell’incentivo del 110 per cento – a decollare. In un Paese con le caratteristiche dell’Italia, infatti, gli interventi finalizzati alla sicurezza degli immobili hanno perlomeno pari importanza rispetto a quelli di tipo energetico, e in molte zone certamente superiore».


PER APPROFONDIRE: Ecco come Banca Generali agevola l'avvio dei lavori per il Superbonus


«In vista della legge di bilancio, richiamiamo l’attenzione sulla necessità di rinnovare e ordinare tutto il sistema degli incentivi per gli interventi sugli immobili, per ciascuno confermando la possibilità di avvalersi della cessione del credito e dello sconto in fattura. Le altre detrazioni (come, ad esempio, quella per le facciate) non sono infatti meno importanti del superbonus, specie considerando tutti quegli immobili e quei soggetti che non possono accedere al 110 per cento» conclude il presidente nazionale di Confedilizia.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.